Sondaggio BIDIMEDIA – Elezioni Europee: “Siamo Europei” esordisce col botto e rivoluziona lo scenario politico!

Sondaggio BIDIMEDIA - Elezioni Europee: "Siamo Europei" esordisce col botto e rivoluziona lo scenario politico!

Lo scenario con Siamo Europei

Come anticipato, tutto cambia nella rilevazione con la lista lanciata da Carlo Calenda. Siamo Europei, infatti, debutta al 22,2%, riuscendo non solo a far crescere il risultato dei Partiti che lo compongono (PD, MDP e Altri di csx), ma andando anche a pescare tra elettorati diversi. SE pesca voti da +Europa, dal Movimento 5 Stelle e probabilmente anche dalla porzione più europeista di Forza Italia. Il partito berlusconiano perde infatti l’1,1% rispetto allo scenario precedente, portandosi al 7,3%.

Rimanere fuori dalla lista europeista non sembra fare bene a +Europa. Visto il diniego ad unirsi a Siamo Europei da parte del neo-Segretario, infatti, il Partito guidato da Benedetto della Vedova viene sondato da solo e perde un ulteriore 0,6% rispetto allo scenario precedente, toccando il 2,9%, sempre più lontano dalla soglia di sbarramento. Secondo i nostri flussi di voto, +EU, in presenza di Siamo Europei, avrebbe chance pressochè nulle di raggiungere il 4%: converrà alla formazione ex-radicale preseguire in solitaria?

Lo scenario però non è positivo neppure per i partiti che compongono la maggioranza di Governo. Se la Lega perde lo 0,4%, scendendo così al 32,1%, assistiamo al crollo del Movimento 5 Stelle che tocca il 23,2%, sempre più vicino al risultato delle Europee 2014 (-0,8% rispetto allo scenario senza Siamo Europei). I gialloverdi perdono quindi nel complesso l’1,2% nel quadro unitario.

Il 23,2% è il minimo assoluto dal 2015 per i 5 Stelle, che vedono per la prima volta propri consensi andare verso il Centrosinistra; l’esatto opposto del flusso di voti che ha fatto in questi anni la fortuna dei Pentastellati. Se confermata, saremmo di fronte ad una clamorosa novità e ad un vero e proprio ribaltamento dei recenti paradigmi politici, potenzialmente devastante per Luigi di Maio e compagni.

Nessuna variazione invece per Fratelli d’Italia. Il Partito di Giorgia Meloni, infatti, anche con la nuova lista in campo non vede intaccati i propri consensi, rimanendo al 3,8%, comunque al di sotto della soglia di sbarramento.

A Sinistra, infine, vero e proprio boom di Coalizione Popolare. Complice la semplificazione del campo di Centrosinistra, la neo-formazione guidata da De Magistris aumenta dell’1,5% rispetto allo scenario precedente, portandosi al 5,2% e superando così la soglia di sbarramento. CP beneficia dell’afflusso dei voti di coloro i quali, nel Centrosinistra, non ritengono opportuno aderire alla lista unica guidata da Calenda; un flusso proveniente in particolare da Mdp ed Altri di Csx.

Rispetto allo scenario precedente l’affluenza è in leggero calo, attestandosi al 59% (-0,5%).

Bidimedia – Febbraio
L’effetto delle nuove liste nello scenario unitario

Nel complesso, l’impatto di Siamo Europei è notevole: quasi il 6% di voti prima dispersi confluirebbero nella lista di Calenda ed, in misura minore, in CP. Si tratta di consensi che nello scenario classico andavano a partiti sotto soglia; con le liste unitarie contribuirebbero invece a far tornare competitiva l’area di Sinistra e Centrosinistra.

Non solo: Siamo Europei, sommato a +Europa – l’alleanza di Centrosinistra come da ultime Elezoni Politiche – supera il Movimento 5 Stelle. Per la prima volta dalle ultime Politiche l’area di Centrosinisitra viene rilevata sopra al M5S, un ulteriore segnale del crollo pentastellato. Anche se alle Europee non esistono le coalizioni e la somma di SE e +EU non abbia pertanto effetti diretti, il sorpasso sarebbe politicamente rilevante, scardinando il bipolarismo Lega5 Stelle istauratosi dal marzo scorso. Siamo Europei da solo sarebbe inoltre all’1,2% dal M5S: il clamoroso sorpasso in solitaria non sarebbe utopia.

 

Non resta che darvi appuntamento a prossimo Sondaggio Bidimedia, forse con un quadro più chiaro; Siamo Europei e Coalizione Popolare dovranno infatti chiarire rapidamente i loro progetti: mancano ormai poco più di 3 mesi alle Elezioni Europee!

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!