Il centrodestra e l’ipotesi listone: per Euromedia sarebbe primo al 35%

Il centrodestra e l’ipotesi listone: per Euromedia sarebbe primo al 35%

Secondo Ghisleri «Dall’indomani delle Amministrative, abbiamo studiato il comportamento di una lista unica del centrodestra, e abbiamo registrato ogni quindici giorni una crescita dell’1%. Il principio che segue il nostro campione è quello dell’appartenenza, gli elettori la difendono e la sostengono perché vogliono partecipare alla vittoria della loro parte politica». Per la sondaggista, il balzo in avanti di un’area unica del centrodestra è direttamente proporzionale a una serie di fattori. Il primo è «l’attivismo di Silvio Berlusconi, tornato sulla scena con uscite pubbliche in cui ha raccontato quali sono le sue scelte politiche». L’ex Cavaliere rappresenta «un valore aggiunto», «ha una fiducia compresa tra il 26 e il 28% come riporta anche il sondaggio di Pagnoncelli e fa impressione perché viaggia a poca distanza dal premier Gentiloni». L’altro fattore che potrebbe spingere gli elettori a dire «sì» al «listone» risiede «nei punti in comune del programma. Penso — afferma Ghisleri — alla battaglia sulla immigrazione, alla lotta contro la povertà, alla tutela e alla sicurezza. Per non parlare della posizione sulla politica europea e su quella estera. Sono tutte piccole posizioni che conquistano quel popolo e gli fanno dire: vuoi vedere che dopotutto non aveva torto Berlusconi?».

Il successo del centrodestra sarebbe favorito anche da fattori esterni, derivati dal comportamento degli altri schieramenti politici: «La frammentazione della sinistra aiuta sì il centrodestra. Da una parte la lite fra il Pd e D’Alema, dall’altra le divisioni fra Mdp e Pisapia, tutti fattori che tolgono consenso ai democratici». Per non parlare, aggiunge la sondaggista, «della situazione della Capitale, dove i Cinquestelle, a più di un anno dall’insediamento di Virginia Raggi, continuano a soffrire e non riescono a comunicare bene quello che il movimento è riuscito a fare»


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito
(o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.