Chi sarà il candidato democratico contro Trump nel 2020?

Chi sarà il candidato democratico contro Trump nel 2020?

Le elezioni di metà mandato si sono tenute martedì. Mercoledì è quindi iniziata la campagna elettorale per le prossime elezioni presidenziali. Al 3 novembre 2020 mancano 722 giorni. Chi sfiderà Donald J. Trump? I democratici in campo sono tanti e le elezioni primarie potrebbero essere molto affollate.

Vediamo i possibili candidati.

Joe Biden

Joe Biden è stato il vicepresidente di Barack Obama e senatore per il Delaware per 35 anni.

Di una candidatura di Biden si era già parlato nel 2015 per l’anno successivo, ma l’allora vicepresidente scelse di non candidarsi a causa di un difficile momento familiare. Poco prima era morto suo figlio, Beau, per un tumore al cervello e Biden temeva che sarebbe stato accusato di usare una tragedia familiare a fini politici.

In seguito si è smesso di parlare di Biden, ma negli ultimissimi mesi il tema di una sua candidatura è riemerso. Per la campagna elettorale delle midterms, Biden si è mosso molto per aiutare i candidati democratici visitando ventidue stati e si è tornati a parlare di una sua possibile discesa in campo.

A ottobre, l’ex vicepresidente ha dichiarato “al momento” non aveva intenzione di candidarsi. Secondo l’Associated Press prenderà una decisione entro gennaio. Nel frattempo ha però già avuto un mezzo endorsement da Obama. L’ex presidente ha infatti incontrato tutti i potenziali candidati, ma solo con Biden si è fatto vedere pubblicamente.

Biden rappresenta l’ala più centrista del Partito Democratica, ma con un’occhio a sinistra. Si ritiene che possa riuscire a recuperare i voti della working class, la classe operaia, del Midwest, come Michigan, Wisconsin, Iowa e Ohio. Questi voti infatti hanno permesso a Trump di andare alla Casa Bianca.

Elizabeth Warren

Elizabeth Warren è la senatrice del Massachusetts da sei anni. Martedì ha vinto la rielezione per un altro mandato.

La sua candidatura è praticamente certa. Se ne parla insistentemente da tempo e sta facendo tutto quello che fa una persona che intende candidarsi. In questi mesi, Warren ha infatti rilasciato 10 anni di dichiarazioni dei redditi, ha spinto in Senato un importante pacchetto legislativo anti-corruzione, ha pubblicato documenti politici e ha iniziato a incontrarsi spesso con i giornalisti di Washington e New York, cosa che prima non faceva.

Il suo team ha anche elaborato uno slogan: “Persist” (perseverare, insistere, continuare). Ha poi lanciato su Facebook una campagna nazionale dal nome “Persist Project” lo scorso giugno, vendendo adesivi con la scritta “Persist”. La homepage del suo sito web ha una presentazione a mosaico di sostenitori che indossano magliette con scritto “She Persisted”.

Queste midterms sono poi state l’occasione per iniziare a costruire una rete di sostenitori in giro per il paese. Warren ha infatti supportato una vasta rete di candidati democratici, ha raccolto otto milioni di dollari per campagne in tutto gli Stati Uniti e ha messo il suo personale a lavorare in diversi Stati stringendo così contatti personali con moltissimi candidati.

Warren rappresenta l’ala più progressista, di sinistra e anti-trumpiana dei democratici statunitense.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!
Posted in ,

Fai i tuoi acquisti su Amazon

Tramite i banner presenti sul sito.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link


Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.