lL GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni parlamentari e presidenziali in Zimbabwe, le prime del dopo-Mugabe. L’alba della democrazia o un ritorno alla dittatura?

lL GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni parlamentari e presidenziali in Zimbabwe, le prime del dopo-Mugabe. L'alba della democrazia o un ritorno alla dittatura?

Più di 5 milioni di elettori dello Zimbabwe sono chiamate alle urne il 30 Luglio per l’elezione di un nuovo presidente per i prossimi cinque anni, oltre agli 80 membri del Senato e ai 270 membri dell’Assemblea dei Deputati.

Le elezioni, che si tengono alla regolare scadenza della precedente legislatura, erano state messe in dubbio dopo il colpo di stato del Novembre dell’anno scorso contro Robert Mugabe. Il suo successore, Emmerson Mnangagwa ha deciso di servire il resto del mandato di Robert Mugabe fino alla sua scadenza naturale.

SISTEMA POLITICO

Lo Zimbabwe è una repubblica presidenziale, dove il Presidente è sia capo di stato che di governo, come definito dalla Costituzione approvata nel 2013. Il presidente é eletto direttamente dal popolo con un sistema che prevede un eventuale secondo turno di ballottaggio.

Il potere esecutivo è esercitato dal governo. Il potere legislativo è esercitato sia dal governo che dal parlamento. Il Parlamento è composto dall’Assemblea dei deputati e dal Senato. Il governo viene nominato dal presidente e risponde all’Assemblea dei deputati.

La magistratura è presieduta dal tribunale supremo della Corte Suprema dello Zimbabwe che è nominata dal presidente su consiglio della Commissione giudiziaria.

Il Democracy Index dell’Economist Intelligence Unit classifica lo Zimbabwe come un “regime autoritario” al livello di paesi tipo Russia, Bielorussia, Cina e Ruanda.

SISTEMA ELETTORALE

Il presidente dello Zimbabwe è eletto direttamente dai cittadini elettori attraverso un sistema che prevede il secondo turno di ballottaggio nel caso nessun candidato superi il 50%+1 dei voti validi al primo turno.

I 270 membri dell’Assemblea dei Deputati sono eletti con due metodi: 210 sono eletti in collegi elettorali uninominali con sistema maggioritario a turno unico; i restanti 60 sono riservati alle donne e vengono eletti in 10 collegi elettorali provinciali di 6 seggi ciascuno tramite rappresentanza proporzionale. Gli elettori danno un solo voto valido sia per la parte maggioritaria che per quella proporzionale.

Gli 80 membri del Senato sono anch’essi eletti con due metodi: 60 senatori sono eletti in dieci collegi elettorali provinciali di 6 seggi ciascuno per rappresentanza proporzionale tramite liste di partito. Le liste devono avere una donna capolista e alternare uomini e donne. Dei rimanenti seggi, 18 sono riservati ai capi tribù delle zone rurali e gli altri 2 ad un uomo e una donna con disabilità eletti da uno speciale collegio elettorale.

Posted in

Fai i tuoi acquisti su Amazon

Tramite i banner presenti sul sito.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link


Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.