IL GIRAMONDO – Sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni in Brasile: vinceranno gli eredi di Lula o l’estremista di destra Bolsonaro?

IL GIRAMONDO – Sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni in Brasile: vinceranno gli eredi di Lula o l'estremista di destra Bolsonaro?

Gli elettori brasiliani sono chiamati domani, 7 Ottobre per eleggere il Presidente, il Vice Presidente e il Congresso Nazionale. Le elezioni per i governatori statali e i vice governatori, le assemblee legislative statali e la Camera Legislativa del Distretto Federale si terranno nello stesso giorno. Gli eventuali ballottaggi sono previsti per il 28 Ottobre.

Il Brasile è in preda alla più grave crisi politica dalla fine della regime militare nel 1985.

Il paese è stato sconvolto da una grave crisi economica durata dal 2014 al 2016, accompagnata ad una altrettanto grave crisi politica, legata alle indagini che hanno scoperchiato la vasta corruzione della classe politica del paese. Nel 2016 la Presidente Dilma Rousseff è stata rimossa dal suo incarico dal Parlamento.
L’attuale presidente Michel Temer, estremamente impopolare, è sfuggito alle indagini giudiziarie solo grazie ad un voto parlamentare, quasi tutti i partiti tradizionali sono screditati.
L’ex Presidente Lula in carcere per corruzione, non ha potuto ricandidarsi. Il candidato in testa ai sondaggi Jair Bolsonaro è un estremista di destra, attualmente in ospedale dopo essere stato accoltellato all’addome da uno psicopatico. Il ballottaggio molto probabilmente sarà tra Bolsonaro e Fernando Haddad, ex sindaco di San Paolo, appoggiato da Lula, che si presenta a capo di una alleanza di sinistra tra il Partito del Lavoro e il Partito Comunista del Brasile.

Insomma elezioni che potrebbero non solo rovesciare gli equilibri politici del Brasile ma destabilizzare tutto il Sudamerica con conseguenze imprevedibili.

SISTEMA POLITICO

Il Brasile è una repubblica federale presidenziale, basato su una sistema parlamentare multipartitico, dove il Presidente è eletto direttamente dal popolo ed è sia Capo di Stato che di Governo.

Gli stati federali sono entità sub-nazionali autonome con propri governi che, insieme alle altre unità federali, formano la Repubblica federativa del Brasile. Attualmente, il Brasile è diviso politicamente e amministrativamente in  26 stati federali, ognuno guidato da un governatore, più il distretto federale di Brasilia.

Il potere esecutivo è esercitato dal Presidente, con l’ausilio del Consiglio dei Ministri.

Il potere legislativo spetta al Congresso Nazionale, cioè il sistema bicamerale che comprende il Senato Federale e la Camera dei Deputati. Il potere giudiziario è esercitato dalla magistratura a capo della quale c’è la Corte Suprema Federale e la Corte Suprema di Giustizia

Il Democracy Index dell’Economist Intelligence Unit classifica il Brasile come una “democrazia imperfetta” al livello di paesi tipo Argentina, Bulgaria, Polonia e Filippine.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Posted in

Fai i tuoi acquisti su Amazon

Tramite i banner presenti sul sito.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link


Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.