ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: elezioni in Giappone, Abe cerca la riconferma. La fine dell’esperimento del Partito Democratico

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: elezioni in Giappone, Abe cerca la riconferma. La fine dell’esperimento del Partito Democratico

Si vota il 22 Ottobre in Giappone per il rinnovo dei membri della Camera dei Rappresentanti La votazione avrà luogo in tutte le circoscrizioni elettorali del Giappone – 289 seggi uninominali e undici circoscrizioni plurinominali proporzionali – al fine di nominare tutti i 465 membri (10 in meno rispetto alle scorse elezioni) della Camera dei Rappresentanti, che insieme ai 242 membri del Senato costituisce la “Dieta” (cioè il Parlamento) nazionale Giapponese.

La Camera dei Rappresentanti ha un termine fisso di quattro anni. Sotto l’interpretazione post-occupazione dell’articolo 7 della Costituzione, il governo ha la facoltà, a suo discrezione, di chiedere all’imperatore di dissolvere la Camera dei Rappresentanti anche prima della fine del mandato. Le elezioni devono essere tenute entro 40 giorni dalla dissoluzione della Camera.

Dal momento che il governo deve obbligatoriamente dimettersi dopo l’elezione della Camera dei Rappresentanti Generali nella prima sessione della nuova legislatura (Costituzione, articolo 70), l’elezione della nuova Camera porta una nuova nomina formale del primo ministro e di un nuovo governo anche in caso di riconferma del governo uscente.

Sistema Elettorale

Per eleggere i membri della Camera dei Rappresentanti, ogni votante ha a disposizione due voti, uno per per un candidato nel collegio uninominale e uno per un partito nella parte proporzionale. I collegi uninominali sono maggioritari a turno unico, mentre il numero di seggi assegnati a ciascun partito nelle circoscrizioni elettorale proporzionali viene calcolato con il metodo D’Hondt. E’ possibile per un candidato presentarsi sia nella parte proporzionale che in quella maggioritaria.

La Camera dei Consiglieri (l’equivalente del Senato) ha 242 membri, eletti per un periodo di sei anni, 146 membri in 47 collegi plurinominali maggioritari con voto unico non trasferibile e 96 per rappresentazione proporzionale con il metodo D’Hondt a livello nazionale. Nella parte proporzionale gli elettori possono dare una preferenza ad un singolo candidato in una lista di partito.

Metà della Camera dei Consiglieri viene rinnovata ogni tre anni.

I cicli elettorali delle due camere della Dieta non sono quindi di solito sincronizzati.

I seggi distrettuali vacanti nella parte maggioritaria in entrambe le Camere sono generalmente rimpiazzati tramite elezioni suppletive. I seggi proporzionali vacanti in entrambe le Camere sono invece rimpiazzati dal primo dei non eletti della lista di partito a cui il seggi deve essere assegnato.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito
(o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.