IL MAPPAMONDO – A Tonga il popolo è stufo della monarchia; in Honduras è caos; primo turno in Cile e continuità in Somaliland

IL MAPPAMONDO - A Tonga il popolo è stufo della monarchia; in Honduras è caos; primo turno in Cile e continuità in Somaliland

SOMALILAND

Lo Stato de facto, che non ha riconoscimento alle Nazioni Unite, del Corno D’Africa, esce dai dieci anni di Ahmed Silanyo, a cui bisogna dare il merito di averlo tenuto lontano dalla sempiterna guerra della vicina Somalia con i terribili islamisti di Al Shabaab. Silanyo ha molto combattuto per un riconoscimento internazionale del Paese, che non ha veri nemici, ma riceve delle reazioni fredde da parte degli altri governi, timorosi di indebolire la leadership di Mogadiscio, che ha bisogno di sostegno contro gli islamisti. Silanyo ha portato a uno sviluppo economico e infrastrutturale del Paese, e a riforme strutturali per garantire quel bene primario che manca in molti Paesi africani: l’acqua.

I risultati delle Presidenziali sono stati: Muse Bihi A. (Partito dello Sviluppo, Pace e Unità – socialdemocrazia) 55,1% (305.909)Abdirahman M. Abdullahi (Waddani – liberaldemocrazia) 40,7% (226.092)Faisal A. Warabi (Per Giustizia e Sviluppo – socialismo) 4,2% (23.141). L’affluenza è stata alta, all’80%.

Muse Bihi è l’erede designato di Silanyo, fa parte del suo stesso partito e ha vinto al primo turno. Il livello di democrazia in Somaliland è in parte condizionato dal partito dominante, ma si può dire che comunque sia discreto rispetto a quello degli altri Paesi africani. Bihi non è un leader giovane, ha 69 anni e ha combattuto come pilota d’aereo nella Guerra dell’Ogaden, ed è stato ex Ministro dell’Interno. Pare voler continuare le politiche del predecessore. Nonostante le elezioni siano state considerate relativamente democratiche, il candidato dell’opposizione Abdullahi ha denunciato brogli e ha dichiarato di non riconoscere il risultato, come accade spesso in ogni elezione in Africa. Bihi si è insediato comunque, e ha promesso che combatterà con ancora più vigore per la causa del riconoscimento.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito
(o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.