Osservatorio sull’Europa – Simulazione Parlamento Europeo: grandi manovre in vista delle Elezioni Europee 2019!

Osservatorio sull'Europa - Simulazione Parlamento Europeo: grandi manovre in vista delle Elezioni Europee 2019!

In attesa delle elezioni di domenica, prendiamoci una pausa dalle vicende italiche per vedere cosa accade al Parlamento Europeo (PE): manca infatti solo un anno alle prossime Elezioni Europee e sono in vista grandi movimenti per il controllo della prossima legislatura comunitaria!

Ricordiamo che il post è tratto dal report mensile di febbraio sul PE pubblicato da foederalist.eu (il sito è in lingua tedesca), che potete trovare al link in calce e dove sono riportati oltre a maggiori dettagli, tutte le note metodologiche e l’elenco dei sondaggi usati per effettuare i calcoli dei seggi.

Ma iniziamo subito da un piccolo specchietto riassuntivo dei seggi parlamentari che otterrebbero le famiglie partitiche europee se si votasse ora (ricordiamo che EVP=PPE):

Appare subito evidente come all’inizio del 2018 vi siano stati notevoli spostamenti: il PPE infatti prosegue una discesa iniziata da tempo ma che ora accelera in maniera preoccupante ed inizia ad assomigliare ad un crollo. I Popolari calano in quasi tutti i paesi dell’Unione a parte Italia, Finlandia e Germania, fino a non riuscire ad ottenere nessun seggio in Rep. Ceca e Lettonia. Al contrario, dopo un notevole calo da inizio legislatura che l’ha portato ai minimi storici, in partito dei Socialisti&Democratici (meglio noto come Partito Socialista Europeo) si mantiene stabile in questo avvio di 2018. I Socialisti restano comunque in stagnazione per via del calo di alcuni dei principali partiti della famiglia, in primis il PD italiano, che non consentono alla formazione di Centrosinistra di crescere ed impensierire il PPE. Chi continua ad aver ragioni di gioire nonostante una leggera flessione nelle ultime settimane (dovuto soprattutto al live calo di LREM di Macron e dei liberali tedeschi) è l’ALDE, i liberali europei, che hanno incrementato notevolmente la propria forza rispetto a 4 anni fa e che, come vedremo, stanno diventando il fulcro delle manovre in corso al PE. Crescono infine le ali estreme: sia la Sinistra di GUE/NGL ed i Verdi Europei (Grune/EFA) da una parte grazie soprattutto agli affiliati di Francia e Germania, sia la destra conservatrice (EKR) ed i populisti euroscettici e di estrema destra (EFDD e ENF) guidati dai buoni risultati rispettivamente dei tedeschi di AFD con i 5Stelle italiani e dal FN di Marine Le Pen. Tuttavia se la Sinistra è effettivamente cresciuta rispetto al 2014, Verdi e partiti di destra restano comunque ben al di sotto, nel complesso, rispetto ai livelli delle ultime consultazioni europee. In lieve crescita i partiti minori, mentre 16 seggi andrebbero a formazioni che non si sa ancora a chi si affilierebbero.

Ecco quindi come apparirebbe il nuovo PE secondo questa proiezione (arco esterno, quello interno è l’attuale composizione) se si votasse oggi:

Posted in

Fai i tuoi acquisti su Amazon

Tramite i banner presenti sul sito.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link


Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.