Primarie del Partito Democratico 2019- Analisi dei Sondaggisti

Sono finalmente arrivati i risultati definitivi delle primarie del Partito Democratico, tenutesi domenica 3 marzo. Come nostra tradizione è quindi giunta l’ora di valutare le performance dei sondaggisti (incluso noi stessi) che hanno diffuso rilevazioni sulle primarie. Il metodo che utilizziamo è descritto, per chi volesse approfondirlo, in questo post ed è stato già applicato a diverse competizioni (ad esempio le ultime elezioni politiche e le primarie 2017). Per il metodo di

Sondaggi d'Europa - Aggiornamenti al 16 marzo

Sondaggi d’Europa – nuova puntata Questa settimana segnaliamo l’accelerazione dei Socialisti spagnoli nettamente in vetta, il partito di Macron ancora in testa se pur con poco margine, aumenta il partito euroscettico al governo in Polonia. La Cdu in Germania ritorna sopra il 30%. Si riduce la forbice fra Conservatori e Laburisti inglesi. Il centrodestra che avanza in Norvegia e Svezia. Aumenta l’opposizione Rosso-Verde in Danimarca.

Le medie di tutti i sondaggi - 15 Marzo: domina il Centrodestra, il Centrosinistra supera il M5S di 3 punti

Torna anche questa settimana la media dei sondaggi made in Bidimedia. Il Centrodestra (FI, Lega, FdI e altri di cdx) si mantiene sempre altissimo, al 47,5%, quasi punto massimo del periodo post-elettorale, in crescita di quasi due punti rispetto a due mesi fa ma in leggero calo rispetto al mese scorso. In pratica doppia il risultato dei diretti contendenti, M5S e Centrosinistra

Osservatorio sull’Europa – Elezioni Europee, i seggi al 15/3: volano i Socialisti, Sovranisti avanti in retromarcia, ma è caos Brexit!

Settimana interlocutoria per gli equilibri del Parlamento Europeo, in attesa di vedere come finiranno l’espulsione di Orban dal PPE e la Brexit (a pagina 3). Intanto, variazioni non indifferenti nelle proiezioni dei seggi per le prossime Elezioni Europee, con la forte crescita dei Socialdemocratici: andiamo a scoprire con l’Osservatorio sull’Europa Bidimedia come influiscono sui Fronti Europeista e Sovranista (pagina 4)!

IL GIRAMONDO - Elezioni in Thailandia, ai generali piace vincere facile

Una giunta militare tanto potente quanto odiata; un ricco ex primo ministro populista che dal suo esilio dorato in Dubai cerca di riconquistare il potere con il sostegno delle  delle “camicie rosse” e delle masse popolari del nord del paese;  un nuovo monarca dalla personalità controversa che cerca di aumentare il suo potere grazie alle “camicie gialle” dei nazionalisti monarchici e ad una legge di “lesa maestà” che di fatto