Sondaggi d’America – Primarie per i governatori in New Jersey e Virginia, si vota in alcuni distretti.

Sondaggi d'America - Primarie per i governatori in New Jersey e Virginia, si vota in alcuni distretti.

Salve amici.

Mentre la presidenza di Trump continua ad essere travolta dalle polemiche e dagli scandali, sono cominciate le primarie per le elezioni dei governatori di novembre.

Cominciamo dallo stato del New Jersey, dove l’uscente Chris Christie non può ricandidarsi per un terzo mandato. Le primarie si sono tenute il 6 giugno. Tra i repubblicani, la vice di Christie Kim Guadagno ha vinto le primarie con il 47% dei voti, contro il 31% di Jack Ciattarelli. Altri 3 candidati si sono ripartiti il rimanente 22% dei voti.

Tra i democratici, l’ex ambasciatore USA in Germania Phil Murphy si è imposto con il 48% dei voti, mentre Jim Johnson e John S. Wisniewski hanno guadagnato il 22% dei voti ciascuno. 8% per gli altri candidati.

Per quanto riguarda le elezioni di novembre, il grande favorito è il democratico Phil Murphy. L’ultimo sondaggio della Quinnipiac University lo vede in vantaggio con il 50% contro il 25% della Guadagno.

L’altro stato chiamato al voto a novembre è la Virginia. L’uscente democratico Terry McAuliffe non può ricandidarsi per un secondo mandato.

Le primarie si terranno il 13 giugno.

Per quanto riguarda le primarie repubblicane, il grande favorito è Ed Gillespie, ex presidente del GOP e candidato alle elezioni per il Senato nel 2014, quando sfiorò la vittoria a sorpresa contro Mark Warner. Nei sondaggi risultano più distanziati Corey Stewart e Frank Wagner.

Si prospetta una sfida molto combattuta tra i democratici. In corsa ci sono il vice di McAuliffe, Ralph Northam, sostenuto dall’establishment e il più progressista Tom Periello, ex deputato, sostenuto tra gli altri dalla Warren e da Sanders. La media degli ultimi 2 sondaggi indipendenti, risalenti a maggio, vede avanti Northam con il 41,5% contro il 37,5% di Periello.

Infine, alcuni rappresentanti della Camera si sono dimessi e quindi sono in corso elezioni speciali per scegliere i sostituti. Le prossime 2 elezioni riguarderanno il 6° distretto della Georgia e il 5° distretto del South Carolina. Le elezioni si terranno il 20 giugno.

Nel 6° distretto congressuale della Georgia, l’uscente è il repubblicano Tom Price. In questo distretto si è svolto un primo turno il 18 aprile, ma nessun candidato ha raggiunto la maggioranza assoluta dei voti e quindi sarà necessario il secondo turno del 20 giugno. Il primo turno ha visto il democratico Jon Ossoff sfiorare la vittoria con il 48%. La sfidante del ballottaggio sarà la repubblicana Karen Handel, che ha ottenuto il 20% dei voti, battendo la concorrenza dei colleghi di partito Bob Gray (11%), Dan Moody e Judson Hill (9% circa per entrambi). Ma c’è da ricordare che i repubblicani si sono presentati divisi (10 candidati contro i 5 dei democratici) e che la somma dei voti vede avanti i candidati repubblicani con il 51% contro il 49% dei candidati democratici. Inoltre i ballottaggi in Georgia sono da sempre favorevoli ai repubblicani, quindi l’esito non è scontato, anche se il candidato democratico è leggermente avanti negli ultimi sondaggi: nella media dei sondaggi di giugno, Ossoff guida con il 50,5% contro il 45,5% della Handel.

Esito che sembra invece scontato nel 5° distretto del South Carolina. L’uscente è il repubblicano. Mick Mulvaney. Ralph Norman ha vinto le primarie repubblicane ed è favorito su Archie Parnell, che invece ha prevalso tra i democratici.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito
(o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.