Sondaggi d’America – Primo test per Trump con le elezioni di midterm di novembre. I democratici provano a strappare il Congresso ai repubblicani.

Sondaggi d'America - Primo test per Trump con le elezioni di midterm di novembre. I democratici provano a strappare il Congresso ai repubblicani.

Salve amici. A novembre si terranno le elezioni di midterm, primo test per Donald Trump a 2 anni dalla sorprendente vittoria su Hillary Clinton.

E’ di pochi giorni fa la notizia della nomina di Brett Kavanaugh come nuovo giudice della Corte Suprema dopo il ritiro di Anthony Kennedy (nominato da Reagan). Kavanaugh è un giudice con chiare credenziali conservatrici, ma non appare come estremista e non dovrebbe avere grandi problemi ad essere confermato dal Senato. Sarà però interessante vedere come voteranno alcuni senatori democratici che rappresentano stati tradizionalmente repubblicani, in quanto un loro voto contrario potrebbe diventare il tema principale della campagna elettorale.

A novembre si voterà per il rinnovo dell’intera Camera, il rinnovo di 35 seggi del Senato e l’elezione dei governatori in 36 stati. In questo post ci occuperemo del ramo legislativo, ovvero di Camera e Senato.

Per quanto riguarda la Camera, i repubblicani guidati da Paul Ryan (che però non si ricandiderà) hanno 236 seggi, mentre i democratici sono a quota 193, il che significa che il partito dell’asinello avrà bisogno di strappare agli avversari almeno 25 seggi. Per la Camera, vi proponiamo le previsioni formulate da Cook Political Report e da Larry Sabato.

Secondo Cook, 181 seggi sono sicuri per i democratici, mentre 154 sono sicuri per i repubblicani. 20 seggi tendono verso i democratici (inclusi molti seggi attualmente repubblicani), mentre in 54 i repubblicani sono leggermente favoriti. Sommando i seggi sicuri e quelli in cui il partito in questione è favorito, anche se leggermente (Likely e Lean), abbiamo 208 seggi per i repubblicani e 201 seggi per i democratici. A questo punto, dei 26 seggi toss-up, ai democratici basterebbe vincerne 17 per avere la maggioranza. E’ anche vero che ai repubblicani basterebbe vincerne 10, ma ad oggi è molto più probabile che i democratici ne vincano 17 che i repubblicani ne vincano 10. Ciò senza considerare che alcuni dei seggi classificati come Lean REP potrebbero tornare in gioco, visto che quest’anno si prospetta favorevole ai democratici, soprattutto nel voto per la Camera.

Secondo Larry Sabato, abbiamo 179 seggi sicuri per i democratici e 155 seggi sicuri per i repubblicani. Il totale dei seggi classificati come Likely e Lean REP è pari a 53, mentre quelli Likey e Lean DEM sono 20. Sommando seggi sicuri e seggi probabili/tendenti verso un partito, abbiamo 208 seggi per i repubblicani e 199 per i democratici, i quali dovrebbero vincere 19 dei 28 toss-up per guadagnare la maggioranza. Ricordiamo, ancora una volta, che alcuni seggi classificati come Lean REP (26 per Cook, 21 per Sabato) potrebbero diventare più competitivi da qui a novembre. Stesso discorso per i seggi Lean DEM (che comprendono seggi in cui l’uscente è repubblicano, 8 per Cook e 7 per Sabato), ma visto il “national environment” favorevole ai democratici, i seggi che potrebbero tornare in gioco del tutto sono quelli Lean REP.

Posted in

Fai i tuoi acquisti su Amazon

Tramite i banner presenti sul sito.


Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link


Tu pagherai lo stesso importo per l'oggetto che intendi acquistare, Sondaggi Bidimedia potrà contare su una piccola (ma importante) percentuale sulla somma spesa.