Sondaggio BIDIMEDIA elezioni politiche: nuovo calo del Pd, M5S prima lista, Cdx in testa senza rivali. Bene le nuove forze di Sinistra e +Europa!

Sondaggio BIDIMEDIA elezioni politiche: nuovo calo del Pd, M5S prima lista, Cdx in testa senza rivali. Bene le nuove forze di Sinistra e +Europa!

Ecco il tanto atteso sondaggio Bidimedia di Natale: confermato il trend calante per il Partito Democratico ed il buon momento del Centrodestra, bene la Sinistra con l’esordio di ben due liste: Liberi e Uguali e Potere al Popolo, quest’ultima all’esordio assoluto in un sondaggio politico nazionale!

 

Altro mese di calo per il Pd che vede il consenso scendere al 25,1%, perdendo così la prima posizione come lista a favore dei 5Stelle: un risultato che non farà certo passare un Natale sereno a Matteo Renzi!

Tuttavia nel Centrosinistra è stato un periodo di assestamenti con la creazione di diverse liste alleate – o probabili tali – del Pd: in seguito all’abbandono di Campo Progressista è nato “Insieme”, collocatosi a sinistra del Pd e formato da Verdi, Socialisti e personalità uliviste, che esordisce all’1,1%; mentre verso il centro dello schieramento è stata ufficilizzata +Europa, capitanata da Emma Bonino, nata dall’unione di ForzaEuropa e Radicali italiani e che si accredita di un incoraggiante 1,4% di partenza puntando tutto sull’Europeismo ed il contrasto ai populismi. Dopo la scissione di AP – con tanto di ritiro dalle scene di Angelino Alfano – è invece in via di definizione la lista dei centristi del Centrosinistra, capitanata dalla ministra Lorenzin e sondata al 1,6%, mezzo punto in meno rispetto alla vecchia AP. Un’ingente serie di novità insomma che potrebbero aver portato ad un disorientamento negli elettori della coalizione che infatti, guardando alla somma delle liste, perde quasi 2 punti rispetto al mese scorso fermandosi al 29,8%: vedremo se dopo le festività la coalizione guidata da Matteo Renzi riuscirà ad invertire la tendenza negativa.

Complice forse l’esordio di due liste, si registra invece un buon momento per le formazioni collocate alla Sinistra del Pd: Liberi e Uguali (LeU) guidata da Pietro Grasso, che convoglia nella stessa lista Mdp, SI e Possibile, inizia la sua corsa verso le urne con un incoraggiante 6,4%, +1% rispetto alla somma delle singole sigle sondate nella precedente rilevazione e si impone come principale lista di sinistra.

All’esordio troviamo anche Potere al Popolo, formazione composta dalla sinistra radicale e movimentista con l’appoggio del Prc e che viene rilevata allo 0,9%, raddoppiando quasi il dato di Rifondazione Comunista: un bacino di consenso piccolo ma che lascia speranze di poter continuare a crescere in futuro.