Sondaggio Bidimedia, Elezioni Europee – Il SORPASSO: Siamo Europei supera un M5S sempre più in crisi!

Sondaggio Bidimedia, Elezioni Europee - Il SORPASSO: Siamo Europei supera un M5S sempre più in crisi!

La Lista Europeista di Carlo Calenda, che include il Pd del neosegretario Nicola Zingaretti, mette la freccia e sorpassa il M5S: scoprite la clamorosa novità nello scenario con le liste unitarie, a pagina 2. Nella prima pagina invece, lo Scenario Classico con i Partiti Tradizionali: tutto questo solo nel Sondaggio Bidimedia sulle Elezioni Europee!

Il punto sulle liste

Nuova rilevazione con un doppio scenario per le Elezioni Europee da parte di Sondaggi Bidimedia: andiamo a vedere prima di tutto quali sono le formazioni che si presentano nella corsa verso il Parlamento di Strasburgo.

Se il mese scorso era ancora presente la lista “Coalizione Popolare” di De Magistris, che sembrava sul punto di nascere, a marzo la situazione politica è già cambiata. Il Sindaco di Napoli si è infatti tirato indietro, ufficializzando il suo disimpegno pochi giorni fa; il campo della Sinistra è dunque in pieno caos. Resta invece in corsa Siamo Europei, a cui il Pd ha, almeno in teoria, già aderito e che cercherà ora di ampliare i componenti. Nel frattempo, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha costituito assieme ai Verdi un nuovo soggetto, che cerca il dialogo soprattutto con +Europa: una nuova, ipotetica, lista “Eco-Liberale” nella scia delle tendenze europee? La troverete anch’essa nello “Scenario Unitario“, che comprende le due possibili “Liste Uniche” nel campo del Centrosinistra.

Ma iniziamo dalla prima ipotesi, quella più “tradizionale”, con i partiti abituali.

Lo scenario classico

Nella rilevazione senza Siamo Europei, la Lega continua la sua crescita portandosi al 33,2% (+0,7% rispetto alla rilevazione precedente), mentre sembra inarrestabile il crollo del Movimento 5 Stelle che con il -2% delle ultime settimane si porta al 22%, toccando il suo minimo da 5 anni.

Nuovo rialzo per il Partito Democratico che grazie ad un +0,4% si porta al 18,6%. Continua a calare invece +Europa, che scende al 3,4% (-0,1% rispetto ad un mese fa). A causa degli smottamenti nel campo della Sinistra radicale causati dall’abbandono di De Magistris, sono state rilevate nuove liste: Onda Verde e Civica, formata dai Verdi e da Italia in Comune, il Partito di Pizzarotti, debutta con l’1,7%, mentre gli “Altri di Sinistra” (in attesa di capire quali liste si presenteranno) sono al 3,4%. Ancora una volta la frammentazione non aiuta il campo Centrosinistra e Sinistra; solo Partito Democratico infatti supera la soglia di sbarramento del 4%.

Nel Centrodestra, invece, rialzo per Forza Italia, che si porta al 9% (+0,6% rispetto a febbraio); Fratelli d’Italia guadagna lo 0,4% raggiungendo il 4,2% e tornando così ad eleggere Europarlamentari.

Altri“, partiti minori non sondati singolarmente, al 3,1%

L’affluenza è rilevata in calo del 2,5% e si attesta al 57%: ancora un dato notevole per le consultazioni Europee.

Nella prossima pagina, il sorprendente scenario con Siamo Europei in sorpasso sul M5S!

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!