Sondaggio Ixè – bacini elettorali dei partiti: Lega e M5S avanti ma in competizione, margini di ripresa per Pd e FI

Sondaggio Ixè - bacini elettorali dei partiti: Lega e M5S avanti ma in competizione, margini di ripresa per Pd e FI

In questo sondaggio Ixè analizza, oltre alle intenzioni di voto, il bacino elettorale potenziale delle formazioni politiche, andando a vedere oltre alle percentuali raggiungibili da ogni partito, anche da dove arriverebbero tali voti.

E’ importante notare, prima di analizzare i dati, come il bacino elettorale potenziale, essendo composto da chi dichiara di prendere in considerazione il voto ad una data lista anche se non è la prima scelta attuale, è esso stesso soggetto a notevoli variazioni nel lungo periodo proprio come le intenzioni di voto; è tuttavia assai importante nel breve termine per determinare quanto un partito possa salire e scendere nel giro di poco tempo, questione cruciale soprattutto in caso di voto imminente.

Quello che emerge andando a guardare solo i numeri grezzi è il dominio di 5Stelle e Lega, entrambi con un bacino potenziale che tocca il 38%: impressionante in particolare il dato leghista con un margine di miglioramento di ben 16 punti rispetto al 22% delle intenzioni di voto di cui viene oggi accreditata. Buon potenziale anche per il Pd che può puntare a recuperare ben 10 punti, pur rimanendo dietro ai primi, così come FI che potrebbe tornare sopra il 20%. Sia FdI che LeU hanno un potenziale massimo in doppia cifra ma eccessivamente ampio rispetto al loro valore in intenzioni di voto e probabilmente dipendente da eventuali crolli dei partiti maggiori: troppo per rendere davvero credibile un risultato simile.

Esaminando però il dettaglio dei voti potenziali e la loro provenienza (nella prossima pagina), emergono diversi punti di interesse e di inquietudine per i primi classificati…