Sondaggio Izi Roma – Crolla il consenso per Virginia Raggi

Sondaggio Izi Roma - Crolla il consenso per Virginia Raggi

Solo il 20% dei Romani giudica in modo positivo l’attività della sindaca Virgina Raggi a roma, con una percentuale in costante calo ad ogni rilevazione.

Se si votasse oggi, al netto di un buon 25 per cento di indecisi, quota fisiologica nelle rilevazioni condotte non a ridosso delle elezioni, i dem prenderebbero infatti 18,2 per cento, i grillini si fermerebbero al 16,7 (contro il 35,3 incassato al primo turno delle ultime amministrative), mentre a sorpresa al terzo posto si piazzerebbe la Lega Nord con l’8,1 per cento: quasi il triplo rispetto al 2,7 di un anno fa, e di poco superiore al 7,5 registrato da Forza Italia.

Una disfatta che, come detto, si riverbera sui partiti. Se si tornasse alle urne oggi, il M5S crollerebbe al 16,7%; il Pd si piazzerebbe in testa con il 18,2; la Lega (con l’8,1% ) supererebbe Fi (al 7,5); Fratelli d’Italia si fermerebbe al 6%; l’intero arcipelago di sinistra (Mdp, Campo Progressista e Si) unito varrebbe il 6%. Un’emorragia che spiega, anche, la recente virata “legge e ordine” del Movimento, necessaria a intercettare i voti grillini in libera uscita.

Secondo il sondaggio, infatti, solo il 55% dei romani che un anno fa hanno sbarrato il simbolo 5S oggi lo rifarebbe; il 7,2% andrebbe invece sulla Lega; il 4,9 a FdI; solo l’1,2 a Fi; mentre il 7,2 si orienterebbe (o forse tornerebbe) sul Pd. “La cosa che più impressiona è il successo di Salvini, che a Roma diventa il terzo partito”, conclude l’ad di Izi. “Grillo ha capito che sta perdendo voti a destra e ora tenta il recupero su parole d’ordine anti-immigrati e anti- rom”. Al prossimo sondaggio sapremo se la strategia salva- Raggi ha pagato.