giramondo

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni Presidenziali nella Repubblica Ceca. La minaccia populista all'Europa passa anche dal Castello di Praga

Gli elettori della Repubblica Ceca sono chiamati il 12-13 Gennaio all’elezione del Presidente della Repubblica, che si tiene ogni 5 anni. L’elezione è a doppio turno con ballottaggio tra i primi due candidati il 26-27 Gennaio nel caso nessuno ottenga la maggioranza assoluta dei voti.

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: il Calendario Elettorale dell’anno nuovo e le 10 elezioni da tenere d’occhio nel 2018.

Anno elettorale apparentemente secondario quello che si apre, ma cruciale per i destini dell’America Latina, dove andranno alle urne per eleggere un nuovo Presidente della Repubblica ben 6 paesi dell’America centrale e meridionale (Messico, Brasile, Colombia, Venezuela, Paraguay e Costarica), e anche per la stabilità dell’Unione Europea, in vista dei risultati delle elezioni in Italia.

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: elezioni in Giappone, Abe cerca la riconferma. La fine dell’esperimento del Partito Democratico

Si vota il 22 Ottobre in Giappone per il rinnovo dei membri della Camera dei Rappresentanti La votazione avrà luogo in tutte le circoscrizioni elettorali del Giappone – 289 seggi uninominali e undici circoscrizioni plurinominali proporzionali – al fine di nominare tutti i 465 membri (10 in meno rispetto alle scorse elezioni) della Camera dei Rappresentanti, che insieme ai 242 membri del Senato costituisce la “Dieta” (cioè il Parlamento) nazionale

ll GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni nella Repubblica Ceca, la resistibile ascesa di Andrej Babiš, un altro miliardario populista al potere.

Si vota il 20 e 21 Ottobre nella Repubblica Ceca per il rinnovo dei membri della Camera dei Deputati. La Repubblica Ceca è una repubblica parlamentare, dove il Presidente è eletto direttamente dal popolo ed ha un significativo potere di veto sulle leggi approvate dal Parlamento.