giramondo

lL GIRAMONDO – edizione speciale: uno sguardo ai Paesi a Partito Unico (o quasi).

Legge elettorale proporzionale, premio di maggioranza, alleanze pre-elettorali, sondaggi, exit-poll, percentuali in rialzo e in ribasso, trend positivo e negativo, seggi guadagnati e persi, coalizioni di governo?  Dimenticate tutto. Nei paesi a partito unico si vota una sola lista e non è necessario stare svegli la notte per sapere quali saranno i risultati elettorali. Esistono le nazioni formalmente a partito unico, quelle dove c’è un “partito leader” e pseudo-partiti fiancheggiatori,

lL GIRAMONDO – edizione speciale: i Paesi al mondo dove non esistono i partiti

Gianroberto Casaleggio, fondatore del Movimento 5 Stelle, prefigurava un società futura che avrebbe fatto a meno dei partiti, delle elezioni e dei parlamenti. Ma in realtà ci sono già paesi dove i partiti non esistono, in alcuni dei quali non esiste nemmeno il parlamento. Possono costituire un esempio da tenere in considerazione per le future democrazie? Vediamo quali sono.

lL GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni parlamentari in Pakistan. Una fragile democrazia sull’orlo del baratro stretta tra il potere dell'esercito e l'estremismo islamico.

Gli elettori pachistani sono chiamati il 25 Luglio all’elezione dei  128 membri dell’Assemblea Nazionale, la camera bassa del parlamento bicamerale del paese. Le elezioni si svolgono alla scadenza naturale della legislatura eletta nel 2013. Assieme all’Assemblea Nazionale si rinnovano anche i parlamenti regionali di  Punjab, Sindh, Khyber Pakhtunkhwa e Balochistan.

lL GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni parlamentari e presidenziali in Messico. AMLO alla riscossa. La sinistra (populista) messicana verso una vittoria storica.

Gli elettori messicani sono chiamati il Primo Luglio all’elezione di un nuovo presidente per un mandato di cinque anni e dieci mesi (ridotto di due mesi a causa di un cambio di data di inaugurazione a partire dal 2024), oltre a 128 membri del Senato per un periodo di sei anni e 500 membri della Camera dei Deputati per un periodo di tre anni.

lL GIRAMONDO – Uno sguardo a sondaggi ed elezioni in giro per il Mondo: Elezioni presidenziali in Colombia. La “vendetta di Uribe” mette a rischio il processo di pace.

Gli elettori colombiani sono chiamati il 27 Maggio all’elezione del Presidente della Repubblica, Se nessun candidato riceve la maggioranza dei voti, il 17 giugno si terrà un secondo turno di ballottaggio. Il presidente uscente colombiano Juan Manuel Santos non è eleggibile per la rielezione, avendo già scontato due mandati. Il candidato eletto avrà una durata di quattro anni, che inizierà il 7 agosto 2018 e terminerà il 7 agosto 2022.