Amministrative 2019: tutte le liste e i candidati con i nostri pronostici – Parte seconda: i capoluoghi delle (ex?) “Regioni Rosse”
Maggio 15, 2019
IL GIRAMONDO – Elezioni in Australia – Il cambiamento climatico al centro del dibattito politico. Laburisti verso la vittoria?
Maggio 16, 2019

Amministrative 2019: tutte le liste e i candidati con i nostri pronostici – Parte terza: i capoluoghi del Centro-Sud

Anche quest’anno Bidimedia presenta una rassegna sui principali comuni al voto alle elezioni amministrative, che si terranno a fine maggio. Concludiamo analizzando i capoluoghi di provincia del Centro-Sud (Marche meridionali, Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria): si tratta di aree dove alle scorse politiche ha trionfato il Movimento 5 Stelle. I Pentastellati sapranno conservare l’elettorato o alle amministrative risulteranno ininfluenti come già in passato?

Marche

ASCOLI PICENO

Grande confusione sotto le Cento Torri: il centrodestra, infatti, che guida il comune da oltre quattro lustri, si è diviso in due tronconi: le direttive impartite da Roma hanno imposto l’esponente di Fratelli d’Italia Marco Fioravanti come candidato ufficiale dell’intera coalizione, che potrà contare sul sostegno di altre otto liste: Lega Nord, Forza Ascoli, Servire Ascoli, Scelta Responsabile, Noi Ascoli, Insieme per Ascoli, Noi Siamo Ascoli, Cittadini in Comune. L’ex-sindaco forzista Piero Celani, in dissenso con i vertici del partito, ha deciso comunque di presentarsi e gode dell’appoggio di personaggi influenti in città, come i fratelli Gibellieri e Lattanzi, ed il più volte assessore Valentino Tega. Sei le liste a supporto: Celani Sindaco, Ascoli x Ascoli, Ascoli nel Futuro, Movimento Ascolano, Forza Popolare, Pensiero Popolare Piceno. Il Partito Democratico punta invece sul giornalista Pietro Frenquellucci, appoggiato da altre tre liste: Uniti Per Ascoli, Attivamente, Territorio è sviluppo. A sinistra ci sarà anche la lista Ascoli e Partecipazione con il medico Emilio Nardini. Il Movimento 5 Stelle prova a replicare il successo delle politiche con il consigliere comunale uscente Massimo Tamburri, già candidato cinque anni fa. Presenti infine Casapound con Giorgio Ferretti, sostenuto anche dalla civica O.S.A. ispirata dall’imprenditrice Monica Bacilieri, e Alberto Di Mattia per la lista Fuori Dal Tunnel. In mancanza di sondaggi, la sensazione più diffusa è che si possa prefigurare un ballottaggio tutto interno al centrodestra, con Celani che a quel punto potrebbe ricevere i voti dei democratici in funzione anti-sovranista. PRONOSTICO BIDIMEDIA: TOSS-UP

Abruzzo

PESCARA

Dopo la rinuncia del sindaco uscente Marco Alessandrini, il Partito Democratico ha indicato come candidato l’ex-assessore regionale Marinella Scioccosostenuta anche dalla civica Sciocco Sindaco e Pescara Città Aperta. Non mancano però le divisioni, con l’ex-assessore Gianni Teodoro che correrà con la lista Scegli Pescara, e l’ex-deputato dell’Italia dei Valori Carlo Costantini, che sarà appoggiato da tre liste: Faremo Grande Pescara, Nuova Pescara, Città del Futuro. Presente anche la sinistra radicale con la Coalizione Civica per Pescara che schiera l’ex-assessore Stefano Civitarese. Il centrodestra pare invece aver trovato l’unità sull’ex-assessore regionale Carlo Masci, voluto da Forza Italia, e supportato anche da Lega Nord, Fratelli d’Italia, UdC e le civiche Amare Pescara e Pescara Futura. Il Movimento 5 Stelle dopo il calo delle ultime regionali prova ad inserirsi con Erika Alessandrini. Gli altri candidati sono Gianluca Baldini per Riconquistare l’Italia, vicina al Fronte Sovranista Italiano, e Mirko Iacomelli per Casapound. Le divisioni del centrosinistra indeboliscono la maggioranza uscente, e lasciano qualche speranza al Movimento 5 Stelle di scavalcare i democratici per sfidare al ballottaggio il centrodestra, che parte comunque con i favori del pronostico. PRONOSTICO BIDIMEDIA: CDX LEANING

Basilicata

POTENZA

Sono cinque i candidati che si sfidano per la conquista del capoluogo lucano, dopo la decisione del sindaco Dario De Luca di non ripresentarsi per un secondo mandato. Il centrodestra punta sul consigliere comunale uscente della Lega Mario Guarente, che sarà sostenuto da altre cinque liste: Forza Italia, Fratelli d’Italia, Per La Città, Identità e Azione, Potenza Civica. Il centrosinistra dopo la sconfitta clamorosa di cinque anni fa prova a risalire la china con Bianca Andretta, che guida una coalizione di quattro liste: Partito Democratico, +Europa, Insieme Per Bianca, La Potenza dei Cittadini. A sinistra, ci sarà ancora la lista Basilicata Possibile che, insieme alla civica Città Giardino, sostiene la candidatura di Valerio Tramutoli. Il Movimento 5 Stelle schiera invece Marco Falconieri. Presente infine la lista Potenza nel Cuore, a sostegno di Giuseppe Ferraro. Il centrodestra parte dal 40% raccolto alle regionali in città, un risultato che gli consentirà di essere in testa al primo turno, ma non lo mette completamente al riparo da possibili sorprese al ballottaggio, dove il probabile ricompattamento della sinistra e la mancanza del traino delle liste potrebbe ribaltare i rapporti di forza. PRONOSTICO BIDIMEDIA: TOSS-UP

Campania

AVELLINO

Grande confusione in Irpinia dopo le dimissioni del sindaco grillino Vincenzo Ciampi, sfiduciato dalla maggioranza del consiglio comunale, e la dichiarazione di dissesto del comune: sono ben otto i candidati sindaco. Il Movimento 5 Stelle ci riprova puntando sul vicesindaco uscente Ferdinando Picarielo, ma la concorrenza è nutrita: il centrosinistra ha deciso infatti di convergere sul civico Luca Cipriano, che, oltre alla sua lista Mai più, potrà contare stavolta sul sostegno di Partito Democratico, Laboratorio Avellino, Coloriamo Avellino e Avellino più. Non tutta la sinistra però è compatta sul suo nome; l’ex-esponente dem Gianluca Festa corre infatti con due liste, Vera e W Avellino, mentre Possibile, Sinistra Italiana e Rifondazione comunista sono confluite nella lista Si può, che schiera il medico Amalio Santoro. Divisioni anche nel centrodestra, con Forza Italia, Fratelli d’Italia e UdC che ripropongono Dino Preziosi, mentre la Lega ha scelto la corsa solitaria con Biancamaria D’Agostino. Presenti anche Massimo Passaro, con le liste Polis e Cittadini in Movimento, e Damiano Genovese, con le civiche Prima Avellino, Noi Avellino e Popolo e Libertà. La frammentazione di liste e candidati rende praticamente impossibile qualunque pronostico, anche se Cipriano, Preziosi e Picarielo sembrano i candidati più accreditati per accedere al secondo turno. PRONOSTICO BIDIMEDIA: TOSS-UP

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!