Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: i paesi scandinavi, tra socialdemocrazia ed ultradestra.
Maggio 23, 2019
Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Grecia, Malta e Cipro.
Maggio 24, 2019

Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: CDU verso la vittoria in Germania, così come Kurz in Austria

Dopo aver parlato della Penisola Iberica, di Regno Unito, Irlanda, Paesi Bassi, dell’Europa dell’Est, dei Baltici e dei paesi scandinavi, oggi è il giorno di Germania e Austria.

Germania

In Germania la situazione è pressoché uguale a mesi fa. Da dopo il boom nei sondaggi dei Die Grune, non è successo moltissimo.

Prima una premessa. La Germania elegge 96 deputati senza sbarramento e con sistema Sainte-Laguë, dove i divisori sono 1, 3, 5, 7 e via così. Questo fa sì che bastino pochissimi voti per eleggere almeno un eurodeputato. Le liste sono chiuse.

Secondo la sua opinione, quanto si differenziano nei contenuti CDU e SPD riguardo alle prossime elezioni europee?”.
“Poco” in rosso chiaro e “Niente” in rosso scuro.

Da dopo l’elezioni di Annegret Kramp-Karrenbauer come leader della CDU (PPE), l’Union (CDU e CSU) è salita nei sondaggi dal 26% al 33%. A gennaio è però iniziata una leggera parabola discendente, dovuta alla fine dell’effetto novità e ad alcune gaffe fatte da Kramp-Karrenbauer e adesso è tra il 28% e il 30%.

La SPD (S&D) rimane in profonda crisi. Dopo mesi e mesi ferma a poco più del 15% era riuscita a salire di qualche punto, grazie a un posizionamento più a sinistra e alle difficoltà della CDU. Ma questo “surge” è durato poco e adesso sono tra il 15% e il 17%.

Un recente sondaggio Civey ha rivelato che i sostenitori di CDU e SPD non vedono grandi differenze tra i due partiti, segno dello spaesamento degli elettori difronte a una Grosse Koalition che annulla le differenze e omogenizza. Già nel 2017 durante un dibattito tra Angela Merkel e Martin Schulz era apparsa chiara la cosa.

I Grüne da piccolo partito ambientalista di centrosinistra sono diventati un Volkspartei, un partito che si rivolge a vaste fasce della società. Ma poi sembrano aver perso parte della loro carica propulsiva. Hanno superato la SPD, ma non sono riusciti ad andare oltre e hanno avuto anche un leggero calo. Ora sono dati tra il 17% e il 19%.

I liberali di FDP (ALDE) rimangono in crisi. La decisione di non andare al governo nel 2017 e uno spostamento a destra dopo hanno fatto sì che andassero giù nei sondaggi. Ora sono tra il 5% e l’8%. Anche l’estrema sinistra della Die Linke (GUE/NGL) non va particolarmente bene ed è tra il 6% e l’8%.

Infine, l’estrema destra di AfD non è mai riuscita a sfondare e sembra che neanche questa volta ci riuscirà. Nei sondaggi è tra il 10% e il 12%. Un buon risultato se comparato al 2014, ma deludente se si pensa che è allo stesso livello da anni, ormai.

Oltre i principali partiti ci sono una miriade di altri partitini. In totale si presentano 41 partiti. Coloro che possono prendere deputati sono i liberali di Freie Wähler (ALDE), i Piraten (G/EFA), gli animalisti del Partei Mensch Umwelt Tierschutz (GUE/NGL) e il partito satirico Partei für Arbeit, Rechtstaat, Tierschutz, Elitenförderung und basisdemokratische Initiative (non iscritti).

Sondaggio Date Union SPD Grüne Linke AFD FDP FW Pirateb Tiersch. PARTY Altri
INSA 22.05.2019 28 15,5 18 7 12 8 3 1 2 2,5 3
Civey 22.05.2019 29,1 15,9 18,1 7,2 12,3 6,3 11,1
Elezioni FG 17.05.2019 30 17 19 7 12 5 10
Infratest 16.05.2019 28 17 17 7 12 7 3 3 6
Europee 2014 25.05.2014 35,3 27,3 10,7 7,4 7,1 3,4 1,5 1,4 1,2 0,6 4,1