Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Spagna e Portogallo, il paradiso della Sinistra
Maggio 22, 2019
Speciale Europee Bidimedia – Tutti i sondaggi d’Europa: Gran Bretagna, Olanda e Irlanda. Farage risorge e vola, caos UK.
Maggio 23, 2019

IL GIRAMONDO – Elezioni in Belgio: un paese sempre più ingovernabile?

20140213 - BRUSSELS, BELGIUM: Illustration picture taken during during a plenary session of the Chamber at the federal parliament, in Brussels, Thursday 13 February 2014. Today is the vote on the law proposal for the extension of euthanasia rights for children. The law was voted with 88 in favor (PS, sp, MR, Open Vld, Ecolo Groen nd N-VA) and 44 against (mainly CD&V and cdH), a different majority. BELGA PHOTO BENOIT DOPPAGNE

 

Flag of Belgium (civil).svg

Domenica 26 Maggio, in contemporanea con le elezioni europee, i  cittadini belgi si recano alle urne per le elezioni politiche nazionali  e per quelle dei parlamenti regionali e comunitari.

 Nazionalismo, separatismo, scarsa integrazione degli immigrati, terrorismo islamico, alta disoccupazione, elevato debito pubblico, governi deboli e instabili; il paese  dove ha sede il governo dell’Unione Europea riassume in sé molti dei problemi dell’Europa intera.  ll governo uscente di centrodestra è dato in netto calo nei sondaggi e dovrebbe perdere la maggioranza dei seggi in parlamento. In calo anche l’opposizione socialista. Chi avanza sono da un lato i verdi e l’estrema sinistra (soprattutto nella parte francofona) mentre dal’altro cresce in modo preoccupante l’estrema destra fiamminga.  Il paese, che a causa delle divisioni politiche,  nel recente passato è restato senza governo per lunghi periodi, sembra diviso più che mai.  Riusciranno queste elezioni a ricompattare il paese o saranno un altro passo verso la sua dissoluzione?

 

 

 

IL SISTEMA POLITICO-ELETTORALE

{{{coat_alt}}}Il Belgio è una monarchia  costituzionale democratica rappresentativa federale. ll re dei belgi è il capo dello stato e il primo ministro del Belgio è il capo del governo, in un sistema multipartitico. Il potere esecutivo è esercitato dal governo. Il potere legislativo federale è conferito sia al governo sia alle due camere del parlamento, al Senato e alla Camera dei rappresentanti. L’attuale Re Philippe, salito al trono nel 2013, è il settimo Re dei Belgi. La federazione è composta da comunità (linguistiche) e regioni (territoriali).  Attualmente esistono 3 comunità linguistiche (fiamminga, francese, tedesca) e 3 regioni (Vallonia, Fiandre, e la città di Bruxelles). Ogni comunità e ogni regione è dotata di un proprio parlamento. Per la comunità e la regione fiamminga il parlamento è unico, mentre la comunità francese e la regione della Vallonia hanno parlamenti separati. I parlamenti e i governi regionali e comunitari hanno giurisdizione su trasporti, lavori pubblici, politica delle acque, questioni culturali, istruzione, sanità pubblica, ambiente, alloggio, zonizzazione e politica economica e industriale.

Le Fiandre e la Vallonia sono a loro volta divise ognuna in 5 province, ognuna dotata di un parlamento provinciale. 

Le elezioni per la Camera dei rappresentanti (Parlamento federale, formato da 150 membri) e quelle per i parlamenti regionali e comunitari si tengono di norma ogni 5 anni e coincidono con quelle del Parlamento europeo. Le elezioni per i parlamenti provinciali si tengono invece ogni 6 anni. L’elezione per la Camera dei rappresentanti belga si basa su un sistema  proporzionale con voto di preferenza. Il Senato federale è formato da 60 membri,  50 dei quali eletti dai parlamenti regionali e comunitari e 10  nominati dai partiti in maniera proporzionale. Il Belgio è uno dei pochi paesi dove il voto è obbligatorio, avendo così uno dei più alti tassi di partecipazione al voto al mondo.

Secondo il “Democratic Index” del settimanale The Economist, il Belgio è una cosiddetta “Democrazia Imperfetta”, al livello di paesi tipo Italia, Francia, Israele e Portogallo.