Sondaggio Tecnè – Comunali Genova: Dello Strologo prova la rimonta ma Bucci è nettamente favorito
Maggio 8, 2022
Sondaggio IPSOS – Corriere: Lega, FdI, PD tutti in calo, crescono M5S e FI. Boom Italexit al 4,2%
Maggio 9, 2022

Il Giramondo – Elezioni nelle Filippine – il ritorno dei Marcos

I CANDIDATI ALLA VICE PRESIDENZA

Sono otto i candidati alla carica di Vice-Presidente delle Filippine, la cui elezione è separata da quella per il Presidente.

Sara Duterte (Lakas)

Sara_Duterte-Carpio_in_June_2019_(cropped).jpg

Sara Zimmerman Duterte-Carpio (nata nel 1978),  è un’avvocata e leader politica, che è stata sindaca di Davao City dal 2010 al 2013 e dal 2016 al 2022.  È stata anche vicesindaco della città di Davao dal 2007 al 2010. È la figlia del presidente Rodrigo Duterte e si candida in queste elezioni alla vicepresidenza per il partito LAKAS-CDM.

Laureata prima in medicina e poi in giurisprudenza, ha lavorato come avvocata per alcuni mesi prima di essere eletta vicesindaco di Davao City nel 2007 mentre suo padre era ancora sindaco della città.  Tre anni dopo, nel 2010, padre e figlia si sono scambiati  i ruoli e Sara è stata eletta sindaca, con Rodrigo vicesindaco. Nel 2013 abbandonò temporaneamente la politica, lasciando la carica di sindaco di Davao City di nuovo al padre. Con l’ascesa del padre alla presidenza nel 2016, Sara è di nuovo tornata a rivestire la carica di sindaca di Davao City, con il fratello Paolo Duterte come vicesindaco.  Nel 2018 ha fondato il  partito regionale  Hugpong ng Pagbabago che nel 2019 ha appoggiato la sua ricandidatura a sindaca.   A causa della sua candidatura alla vicepresidenza,  alla carica di sindaco di Davao in queste elezioni si candida il fratello Paolo.

Sara Duterte a differenza del padre è più progressista sui temi sociali,  avendo ad esempio recentemente espresso aperture alla comunità LGBT delle Filippine.

 

 

Vicente Sotto (NPC)

Sen. Pres Vicente Sotto (cropped).jpg

Vicente ” Tito ” Castelo Sotto III (nato nel 1948) è un senatore  ed ex attore, produttore musicale, cantautore e presentatore televisivo, attualmente in carica come Presidente del Senato, attualmente candidato alla vicepresidenza per la Coalizione Popolare Nazionalista, che candida alla presidenza il Senatore Panfilo Lacson.

Proveniente da una delle piu’ potenti famiglie filippine  (anche il nonno e il fratello sono stati senatori), ha intrapreso la carriera dello spettacolo negli anni ’60, formando un gruppo musicale con uno dei suoi fratelli, per poi fondare una casa discografica. Negli anni’ 70 è stato uno dei più famosi cantanti delle Filippine.  Dal 1988 al 1992 è stato vicesindaco di Quezon City.  Nel 1992 è stato eletto senatore, carica che ha mantenuto fino al 2004.  Nel 2001 è stato uno dei leader delle proteste che hanno portato alle dimissioni dell’allora presidente Joseph Estrada.  Nel 2010 è stato nuovamente rieletto al senato e riconfermato nel 2016.  Nel 2018 è diventato presidente del senato.

Sotto è un cattolico praticante socialmente conservatore e ha sostenuto la reintroduzione della pena di morte nonché la lotta alla droga del presidente Duterte.  Sotto è contrario all’aborto ed è stato coinvolto in un caso di  corruzione (e in un un presunto omicidio-suicidio) per aver cercato di nascondere un caso di stupro di una minorenne in cui era coinvolto uno dei suoi fratelli.

 

 

 

 

Francis Pangilinan (Partito Liberale)

Senkikopangilinan.jpg

Francis Pancratius ” Kiko ” Nepomuceno Pangilinan (nato nel 1963) è un avvocato, politico e proprietario terriero, attualmente membro del Senato ed è candidato alla vicepresidenza dal Partito Liberale, la cui candidata alla presidenza è Leni Robredo. 

Laureato in legge,  dal 1988 al 1992  è stato e consigliere comunale a Quezon City, Nel 2001 è stato eletto Senatore per il Partito Liberale restando in carica fino al 2013.  Nel 2004 è diventato leader della maggioranza parlamentare che appoggiava il governo di Gloria Macapagal Arroyo.   Nel 2016 dopo una pausa di tre anni è stato nuovamente eletto senatore. Dal 2019 è alla guida dell’opposizione al senato alla presidenza di Rodrigo Duterte.

Uno dei suoi avversari per la vicepresidenza in queste elezioni è suo zio Tito Sotto, anch’esso senatore.

 

 

 

 

Willie Ong (Aksion Demokratiko)

Willie Ong, 2018.jpg

Willie Tan Ong (nato nel 1963) è un cardiologo, politico, personaggio televisivo  e celebrità dei social media che è candidato alla vicepresidenza in queste elezioni da Aksion Democratico che per la presidenza candida il sindaco di Manila Isko Moreno.

Proveniente da una famigli di immigrati dalla Cina, si è laureato in medicina e ha lavorato a Manila per vari anni come medico  ospedaliero. Ha poi scritto vari libri di medicina ed è stato consulente per il governo filippina dal 2010 al 2014.  Nel 2005 ha iniziato a condurre un programma televisivo specializzato in salute e medicina che è diventato presto molto popolare. Dal 2007 ha un proprio canale su Youtube dove pubblica video con suggerimenti per la salute.  Nel 2012 ha iniziato ad essere presente anche su Facebook.  Nel 2019 ha cercato senza successo di essere eletto in senato correndo per il partito di centrodestra Lakas-CMD.

 

 

 

 

Lito Atienza (PROMDI)

Rep. Lito Atienza, Jr (18th Congress PH).jpg

Jose ” Lito ” Livioko Atienza Jr. (nato nel1941) è un deputato, attuale vicepresidente della Camera, in precedenza  Segretario dell’Ambiente e Risorse Naturali nel governo del Presidente Gloria Macapagal Arroyo e  sindaco di Manila dal 1998 al 2007.  In queste elezioni è candidato alla vicepresidenza dal gruppo politico PROMDI che candida Manny Pacquaio alla presidenza.

Il padre di Lito, Jose J. Atienza, leader guerrigliero durante l’occupazione giapponese, era stato nominato sindaco di Manila dal Generale USA  Douglas MacArthur ed aveva fondato il  Partito Liberale nel 1946. Altri membri della famiglia Atienza sono stati leader politici e militari.

laureato in architettura, ha iniziato la sua carriera politica nel 1968, lavorando come collaboratore del sindaco di Manila Ramon Bagatsing durante gli anni della dittatura di Ferdinando Marcos.  Ha poi collaborato con il governo di Corazon Aquino come responsabile della pianificazione urbanistica.  Dal 1992 al 1998 P stato vicesindaco di Manila per poi diventare sindaco nel 1998 ed essere rieletto nel 2001 e 2004.  Nel 2007 si è ricandidato ma è stato sconfitto dall’ex sindaco Alfredo Lim che si era ricandidato.  Nello stesso anno è stato nominato Segretario all’ambiente dalla presidente Gloria Macapagal Arroyo. Nel 2013 è stato eletto deputato.

Atienza è socialmente conservatore, si è opposto al disegno di legge sul divorzio,  a quello sull’aborto, a quello sulle unioni civili e  ha cercato di opporsi anche al disegno di legge contro la discriminazione di genere. Sostiene la “guerra alla droga ” dell’attuale presidente Rodrigo Duterte e la reintroduzione della pena di morte.   Durante il periodo in cui era sindaco di Manila è stato accusato di aver abbattuto vari edifici  di importante valore storico.

 

 

Walden Bello (PLM)

Walden.jpg

Walden Mauricio Flores Bello (nato nel 1945) è un ex deputato, docente universitario, ambientalista e attivista sociale. In queste elezioni è candidato alla vicepresidenza dalla formazione politica di sinistra radicale  Partido Lakas ng Masa, che candida il leader sindacale Leody de Guzman alla presidenza.

Dopo aver studiato in una scuola gesuita, si trasferì negli USA dove partecipò alle movimento studentesco del 1968 per poi andare a vivere in Cile durante la presidenza Allende. Con l’ascesa al potere di Pinochet tornò a vivere negli USA ma non potè fare ritorno nelle Filippine dove nel frattempo era salito al potere Ferdinando Marcos, dato che il passaporto fu revocato in quanto “agitatore comunista”.  Continuò quindi la carriera universitaria negli USA e divenne membro del Partito Comunista delle Filippine, venendo arrestato varie volte dalla polizia americana per aver fatto manifestazioni non autorizzate contro il regime di Marcos.  Dopo il ritorno della democrazia nelle Filippine Bello abbandonò il Partito Comunista, entrando nel movimento progressista Akbayan e venendo eletto deputato nel 2010. Nel 2015 si è dimesso da deputato per contrasti con il governo liberale di Benigno Aquino III.  Attualmente è un coordinatore regionale per le Filippine di Greenpeace.

 

 

 

Manny SD Lopez (WPP)

Manny-sd-lopez-comelec-debate.jpg

Emanuele Sto. Domingo Lopez (nato nel 1957)  è un attivista politico sostenitore della democrazia diretta. In queste elezioni è candidato alla vicepresidenza per il Partito Laburista delle Filippine,

Mel 2013 Lopez ha fondato l’EPIRMA, associazione a favore dell’istituzione del referendum propositivo e contro la corruzione della classe politica. Nel 2015 Lopez ha creato la Christian Peace Alliance per opporsi all’accordo di pace con i separatisti mussulmani dell’isola di Mindanao.  Lo stesso anno ha fondato il movimento EdlSA 22.2.15 che chiedeva la dimissioni dell’allora presidente  Benigno Aquino III.

 

 

 

 

Rizalito David (DPP)

Rizalito-david-comelec-debate.jpg

Rizalito David è candidato alla vicepresidenza del Partito Democratico delle Filippine. Non ha ricoperto in passato nessuna carica politica.

 

 

 

 

 

 

 

Carlos Serapio (Katipunan)

VotePH 2022 - Our Vote, Our Future

Carlos Serapio è candidato alla vicepresidenza del partito federalista Katipunan. In passato è stato consigliere comunale nella provincia di Bulacan.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Concludiamo nella prossima ed ultima pagina con i sondaggi elettorali.

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Sondaggi BiDiMedia è un sito nato nel 2010. Se vi piace e siete contenti del nostro servizio gratuito potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi ci permetterà di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.