Sondaggio EMG – vola al 20% il M5S con Conte, calano PD e FI. Lega distante solo 2,3 punti
Aprile 7, 2021
Sondaggio Lab2101 : La Lega sempre più prima, brusco calo per PD e Forza Italia
Aprile 7, 2021

IL GIRAMONDO – Elezioni Presidenziali e parlamentari in Perù. Alla ricerca del “meno peggio”

I PARTITI POLITICI

Sono 19 i partiti politici attualmente registrati in Perù che possono partecipare a queste elezioni elezioni. Nel caso che un partito partecipi alle elezioni ma non raggiunga la soglia del 5% a livello nazionale, il partito viene cancellato dal registro nazionale e deve registrarsi nuovamente se vuole partecipare alle elezioni successive. Questa sorte è toccata ad esempio alle ultime elezioni alla metà dei 24 partiti che avevano presentato il proprio simbolo. Per questo motivo alcuni partiti  evitano di partecipare alle elezioni se non sono sicuri di passare la soglia del 5%, oppure formano coalizioni con altri partiti.

Delle liste presentate circa una decina potrebbero secondo i sondaggi riuscire ad eleggere propri rappresentanti al Congresso.

 

 

AZIONE POPOLARE

Popolare Action.png

Azione Popolare (AP) è assieme all’APRA uno dei più importanti partiti della storia del Perù. Alleanza Popolare fu fondata da Belaúnde Terry nel 1956, come alternativa centrista e riformista alle forze conservatrici e al populismo di sinistra dell’APRA.  Nel corso degli anni l’ideologia del partito si è spostata a volte verso il centrosinistra e a volte verso il centrodestra. Moderatamente liberale in economica, il partito è sempre stato tuttavia abbastanza conservatore sul piano sociale.

Sebbene il messaggio di Belaúnde non fosse così diverso da quello dell’APRA, le sue tattiche erano più inclusive e meno conflittuali. Oltre a fare appello alla classe media, il partito sosteneva il progresso scientifico e la tecnocrazia. Belaunde Terry si candidò senza successo alle elezioni presidenziali del 1956 e del 1962, per poi vincere quelle del 1963, dopo che le elezioni del 1962, dove era arrivato in testa il candidato dell’APRA, erano state annullate dai militari. Durante la sua presidenza Belaúnde Terry porto’ avanti una politica economica tendenzialmente liberale, volta a favorire gli investimenti stranieri, in particolare degli USA nel paese. Nel 1968 Belaunde Terry fu al centro di una scandalo finanziario legato ad un accordo con la Standard Oil of New Jersey (quella che poi sarebbe diventata la EXXON). Questo diede il pretesto ai militari di organizzare un colpo di stato contro di lui, costringendolo a fuggire negli USA.

Nel 1980, con il ritorno della democrazia, Belaunde Terry fu nuovamente rieletto presidente con AP che ottenne la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento. A causa di varie difficoltà economiche che colpirono il paese in quegli anni, la popolarità del governo  di Belaúnde si ridusse notevolmente, tanto che nelle successive elezioni del 1985  il partito ottenne solo 10 seggi, passando all’opposizione. Nel 1990 AP partecipò alle elezioni come parte del Fronte Democratico , una coalizione di centrodestra guidata da Mario Vargas Llosa  che ottenne il 30,1% dei voti.  Nel 1995 i seggi di AP si ridussero a 4, poi a 3 nel 2000 e nel 2001. Dopo la caduta di Fujimori nel 2000,  Valentin Paniagua, membro dell’AP,  fu nominato  Presidente ad interim della Repubblica fino alle elezioni presidenziali del 2001. 

Per le elezioni nazionali del 2006 , il partito formò la coalizione “Fronte del Centro” che ottenne  il 7,1% dei voti e 5 seggi. Per le elezioni nazionali del 2011 , il partito entro nell’Alleanza Perù Possible in appoggio alla ricandidatura dell’ex presidente Ajeandro Toledo, che ottenne il 14,8% dei voti e 21 seggi.  Per le elezioni del 2016 il partito si è presentato con una sua propria lista, ottenendo il 7,2% dei voti e 5 seggi. Nelle elezioni del 2020 i seggi sono diventanti 25, facendo diventare AP il maggior partito del parlamento.

In queste elezioni Azione Popolare appoggia la candidatura alla presidenza dell’avvocato Yonhy Lescano.

L’ideologia del partito denominata “Acciopopulismo”  si basa sui valori della democrazia, del rispetto dei valori nazionali e allo sviluppo tecnologico, incoraggiando l’impresa privata e lo sviluppo sostenibile. Azione Popolare è un partito generalmente identificato con posizioni centriste, con fazioni sia di sinistra progressista che di destra liberale.

 

SOMOS PERU’

Partido Democrático Somos Perú.jpg

ll Partito Democratico Siamo Perù (noto come Somos Perú ) è un partito democristiano, socialmente conservatore ed economicamente liberale fondato nel 1997.

Il leader storico di Somos Perú, Alberto Andrade  era un ex  esponente del Partito Cristiano Popolare, che era stato eletto sindaco di Lima come indipendente nel 1995, battendo il candidato del partito dell’allora presidente Fujimori. 

Andrade si candido senza successo alle elezioni presidenziali del 2000. In quell’occasione il partito ottenne il 7,2% dei voti e 9 seggi in parlamento. Nelle elezioni del 2001 ottenne il 5,8% dei voti e 4 seggi. Nel 2006 fece parte della coalizione “Fronte di Centro” che ottenne il 7,1% dei voti e 5 seggi. Nel 2011 fece parte della coalizione “Perù possibile”, che ricandidava l’ex presidente Alejandro Toledo, la quale ottenne i l14,8% e 21 seggi. Nelle elezioni del 2016  si alleò con il partito liberalconservatore Alleanza per il Progresso, la  cui lista ottenne il 9,2% dei voti e 9 seggi.  Infine nelle elezioni del 2020 il partito si è presentato con la propria lista ottenendo 11 seggi.

In queste elezioni Somos Perù  appoggia la candidatura alla presidenza dell’uomo d’affari Rafael López Aliaga.

Ideologicamente Siamo Perù è un partito democratico cristiano. Difende la solidarietà, l’importanza della famiglia e l’economia sociale di mercato. Secondo l’ideologia del partito, lo Stato deve avere un ruolo di promozione e garantire che l’economia sia al servizio dell’uomo e non dell’uomo al servizio dell’economia. In politica interna, sostiene il decentramento e il rispetto dello stato di diritto. In politica estera, si oppone all’uso della forza come mezzo per la risoluzione delle controversie ed è a favore dell’integrazione regionale latinoamericana.

 

 

 

 

FORZA POPOLARE

Fuerza popular.jpg

Forza Popolare (FP, precedentemente chiamato Forza 2011), è un partito politico populista di destra nazionalista, fondato nel 2010 da Keiko Fujimori , figlia dell’ex presidente e dittatore peruviano di Alberto Fujimori .

Forza Popolare  nasce dalla coalizione Alleanza per il Futuro (AF), costituita nel 2005, erede a sua volta di Cambio 90, il partito fondato nel 1990 da Alberto Fujimori quando decise di candidarsi alla presidenza. Dopo la caduta di Fujimori nel 2000, Cambio 90 ebbe un crollo elettorale, tanto che nelle elezioni del 2001 ottenne solamente 3 seggi in parlamento.  I seguaci di Fujimori, i cosiddetti “fujimoristi, fondarono quindi Alleanza per il Futuro, che si presentò alle elezioni del 2006,  ottenendo il 13,1% dei voti e 13 seggi,  In quella occasione fu eletta in parlamento Keiko Fujimori, figlia dell ex presidente.

Keiko Fujimori e Alleanza per il Futuro collaborarono durante la legislatura con il presidente Alan Garcia, dell’APRA, dandogli spesso un appoggio in parlamento per far passare i provvedimenti del suo governo. L’anno successivo Alberto Fujimori fu estradato dal Cile e condannato in Perù per ripetute violazioni dei diritti umani e per aver ordinato massacri di civili durante la repressione dei guerriglieri di Sendero Luminoso.

Per le elezioni del 2011 Keiko Fujimori decise di cambiare nome al partito e chiamarlo “Forza 2011”, candidandosi essa stessa alla presidenza.  Keiko Fujimori arrivo al ballottaggiò che perse di misura contro Ollanta Humala, il candidato della sinistra nazionalista. Forza 2011 ottenne il 23% dei voti e 37 seggi su 130 in parlamento. Nel 2012, Keiko Fujimori ha annunciato che il partito sarebbe stato ribattezzato Forza Popolare.

Nelle elezioni del 2016 Keiko Fujimori fu di nuovo la candidata alle presidenziale per la destra Fujimorista. Anche in questo  caso arrivò al ballottaggio, dove in questo caso lo sfidante era l’economista liberalconservatore Pedro Pablo Kuczynski, il quale sconfisse la Fujimori con uno 0,2% di scarto.  Nelle e elezioni parlamentari tuttavia Forza Popolare ebbe un ottimo successo e conquistò la maggioranza assoluta dei seggi (73 su 130) costringendo Pedro Pablo Kuczynski  a venire a patti con i fujimoristi per far passare i propri provvedimenti in parlamento.  Tuttavia nel 2018 sia Pedro Pablo Kuczynski  che Keiko Fujimori e i vertici del suo partito sono stati travolti dallo scandalo Odebrecht, accusati di ricevere finanziamenti illeciti dalla potente azienda brasiliana del settore delle costruzioni.  Kuczynski si è dovuto dimettere dalla presidenza e Keiko Fujimori è stata arrestata ed è ancora in attesa di processo.  Nelle elezioni parlamentari anticipate del 2020 il consenso del partito è crollato al 7,3% e  il partito è sceso a 15 seggi.  In queste elezioni Forza Popolare candida nuovamente alla presidenza Keiko Fujimori.

 

 

 

 

FRONTE POPOLARE AGRICOLO DEL PERU’

FREPAP Logo.jpg

Il Fronte popolare agricolo del Perù (FREPAP) è un partito nazionalista, fondamentalista cristiano, agrario ed ecologista, socialmente  conservatore.

Il partito è stato fondato da Ezequiel Ataucusi Gamonal , un profeta dell’Associazione Evangelica della Missione Israelita della Nuova Alleanza Universale  (AEMINPU), una setta cristiana fondamentalista fondata nel 1968 fortemente ispirata dall’Antico Testamento  e dalle tradizioni ebraiche.  Nel 1995, il partito ha ottenuto un seggio in parlamento con Javier Noriega Febres, successivamente accusato di essere il capo di un gruppo di sicari.  Nelle elezioni del 2000 il partito ha ottenuto  due seggi. Il fondatore del partito, Ataucusi morì nel 2000 e fu posto in una bara di vetro, con i seguaci che aspettavano la sua risurrezione. Il partito è tornato in parlamento nel 2020 ottenendo ben 15 seggi.  In queste elezioni il partito non presenta nessun proprio candidato alla presidenza.

L’ideologia del partito è ispirata ai 10 comandamenti  e chiede i rafforzamento delle comunità agrarie a scapito dei centri urbani. Il partito è stato descritto dotato di tratti sincretici e socialisti in materia economica, pur essendo estremamente conservatore in materia sociale.

 

 

 

 

 

 

ALLEANZA PER IL PROGRESSO

Logoapp.png

Alleanze per il Progresso è un partito politico liberalconservatore fondato  nel  2001. Il partito partecipò per la prima volta alle elezioni nel 2006, ottenendo il 2,3% dei voti e nessun seggio. 

Dal 20120 ha formato un’alleanza elettorale con altri partiti minori di centro e centrodestra. L’alleanza ha partecipato alle elezioni del 2011 candidato l’economista Pedro Pablo Kuczynski alla presidenza, ottenendo il 14,4% dei voti e 12 seggi in parlamento e il terzo posto alle elezioni presidenziali.  Nelle elezioni presidenziali del 2016 il partito, ha formato una nuova alleanza elettorale di centrodestra che ha ottenuto il 9,2% dei voti e 9 seggi. Infine nel 2020 il partito ha presentato una propria lista ottenendo l’8% dei voti e seggi e 22 seggi.  In queste elezioni Alleanza per il Progresso sostiene la candidatura dell’uomo d’affari Cesar Acuña.

Ideologicamente il partito Alleanza per il progresso può essere identificato come un difensore del liberalismo economico e del conservatorismo sociale .

 

 

 

 

 

VITTORIA NAZIONALE

Victoria Nacional logo.svg

Vittoria Nazionale è un partito politico liberalconservatore. Fondato nel 2020, il partito è il successore del Partito di Restaurazione Nazionale (cristiano-conservatore), fondato e guidato dall’ex pastore evangelico Humberto Lay.

Quando Lay si è dimesso dalla leadership a metà del 2019, il partito è stato rifondato, cambiando nome e ideologia. Il partito ha poi raggiunto un accordo con l’ ex calciatore George Forsyth che cercava un partito di appoggio per partecipare alle elezioni presidenziali di quest’anno.

In contrasto con le radici evangeliche del Partito di Restaurazione Nazionale,  Vittoria Nazionale ha un’ideologia conservatrice liberale, con un  certo sostegno per questioni progressiste come i diritti delle persone LGBT, tra l’altro sostenendo l’introduzione delle unioni civili nel Perù. Economicamente il partito è tendenzialmente liberista.

 

 

 

INSIEME PER IL PERU’

Logo juntos por el Peru.svg

Insieme per il Perù è un’alleanza di partiti di sinistra radicale creata nel 2017.  L’alleanza include 6 partiti, tra gli altri il  Partito Umanista  e lo storico Partito Comunista Peruviano.

Alle elezioni legislative del  2020, il partito si è alleato a Nuovo Perù, la formazione progressista di Veronica Mendoza, e ha ottenuto il 4,8% dei voti popolari ma nessun seggio. In queste elezioni, Insieme per il Peru ha nuovamente fatto un patto di collaborazione con Nuovo Peru’ per sostenenere la candidatura di Veronica Mendoza alla presidenza.

Ideologicamente Insieme per il Perù raggruppa partiti di sinistra e di centrosinistra che credono che il neoliberismo abbia portato alla povertà e alla disuguaglianza in Perù. Nel complesso,  i principi del partito si basano  sul socialismo democratico, sull’uguaglianza di tutti i peruviani  e su una società multiculturale, rispettando la natura attraverso la sostenibilità e migliorando la tolleranza tra i gruppi sociali. La coalizione promuove il decentramento del governo nazionale e chiede ai governi regionali di avere più autorità per aumentare la rappresentanza dei cittadini. 

Il suo simbolo ha una scritta rossa che rappresenta il colore nazionale del Perù e il colore dei partiti di sinistra, mentre il verde rappresenta la natura e la vita. 

 

 

 

 

PARTITO MORADO

Purple Party Logo.png

Il Partido Viola (Partito Morado) è un partito centrista, liberale e progressista, fondato nel 2017 dall’economista Julio Guzmán.  Il colore viola è stato scelto per rappresentare la fusione di rosso e blu, i colori dei partiti di sinistra e di destra in Perù, a simboleggiare l’ideologia centrista del partito.

Alle elezioni parlamentari anticipate del 2020 il partito ha ottenuto il 7,4% dei voti popolari e 9 seggi in parlamento.

Dopo la rimozione di Martín Vizcarra, al quale il Partito Viola si era opposto, il partito ha votato contro la nomina alla presidenza di Manuel Merino e ha partecipato alle manifeste popolari che hanno portato alle sue dimissioni.  Suo successore è stato eletto Francisco Sagasti,  parlamentare del Partito Viola e uomo di fiducia di Guzmán.

In queste elezioni il Partito Morado appoggia la candidatura alla presidenza del proprio leader e fondatore Julio Guzmán.

 

 

PODEMOS PERU’

Logo We Can Peru.png

Podemos per il Progresdo del Perú (spesso chiamato Podemos Perú) è un partito di destra conservatore fondato nel 2018 dall’economista ed ex membro del Congresso José Luna Gálvez .

Subito dopo la sua creazione il partito ebbe dei guai giudiziari per  irregolarità riguardanti la sua creazione e registrazione tanto che vari dei suoi dirigenti dovettero dimettersi.  Nel 2020  lo stesso Gálvez  ha dovuto dimettersi perché coinvolto in un caso di corruzione. Di fronte alla crisi del partito, l’ex generale Daniel Urresti, allora candidato sindaco di Lima , ne assunse la guida per trasformarlo nel proprio veicolo elettorale.

Nelle elezioni parlamentari anticipate del 2020 , partito ha vinto 11 seggi, otto dei quali provenienti loro provengono da Lima. Per le elezioni politiche del 2021 , Urresti è stato nominato dal partito alla presidenza.

 

 

 

 

 

 

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.