Sondaggio EMG – vola al 20% il M5S con Conte, calano PD e FI. Lega distante solo 2,3 punti
Aprile 7, 2021
Sondaggio Lab2101 : La Lega sempre più prima, brusco calo per PD e Forza Italia
Aprile 7, 2021

IL GIRAMONDO – Elezioni Presidenziali e parlamentari in Perù. Alla ricerca del “meno peggio”

I PRINCIPALI CANDIDATI ALLA PRESIDENZA

 

Sono ben 18 i candidati alla presidenza in questo elezioni, il numero più alto dalle  elezioni del 2006 quando furono 22.

 

George Forsyth (Vittoria Nazionale)

George Forsyth Sommer.jpg

  • George Forsyth è un ex calciatore che ha giocato come portiere per tutta la sua carriera sportiva. Figlio del diplomatico Harold Forsyth , è entrato in politica come consigliere del distretto di La Victoria (periferia di Lima) nel 2010 e come sindaco del distretto dal 2019 fino alle sue dimissioni nell’ottobre 2020 per candidarsi alla presidenza. Precedentemente non affiliato a nessun partito, ha raggiunto un accordo con il Partito di Restaurazione Nazionale per la sua corsa presidenziale. Dopo la sua registrazione, il partito ha modificato il proprio nome in Vittoria Nazionale. Ideologicamente Forsyth non ha una identificazione ben precisa, ma può essere considerato in linea di principio un liberalconservatore.

 

 

 

 

 

 

 

Hernando de Soto (Avanza Pais)

Hernando de Soto (cropped).jpg

  • Hernando de Soto è il candidato di Avanza Pais. Economista di fama internazionale specializzato nell’economia informale  è stato il principale consigliere economico del presidente Alberto Fujimori , aiutandolo a raggiungere la stabilità macroeconomica del Perù durante la sua presidenza. Successivamente  ha fondato l’Istituto per la Libertà e la Democrazia (ILD), un think tank di sviluppo economico con sede a Lima. Nel settore pubblico , nel 1979 è stato membro del consiglio di amministrazione della  Banca Centra del del Perù. Ideologicamente di destra liberista, nelle elezioni del 2016 ha sostenuto le candidature di Keiko Fujimori, della quale è stato consigliere economico. La sua recente registrazione con Avanza Pais è servita esclusivamente per avere un partito da utilizzare come veicolo elettorale per queste elezioni presidenziali.

 

 

 

 

Keiko Fujimori (Forza Popolare)

Keiko Fujimori 2.jpg

  • Keiko Fujimori è il leader della Forza Popolare, partito autoritario conservatore di destra  . Figlia dell’ex presidente-dittatore Alberto Fujimori, è la terza volta che si candida alle elezioni presidenziali, dopo che nel 2011 e nel 2016 era riuscita ad arrivare al ballottaggio. Keiko Fujimori rimane ancora una figura polarizzante nella vita politica peruviana tuttavia il suo sostegno elettorale si è molto ridotto rispetto al passato , a causa del ruolo ostruzionista del suo partito durante le presidenze di Pedro Pablo Kuczynski e Martín Vizcarra . Una buona parte della popolazione la considera in maniera estremamente negativa a causa delle violazioni dei diritti umani e la corruzione governativa che hanno caratterizzato gli anni della presidenza del padre.  Keiko Fujimori è stata anche coinvolta nello scandalo Odebrecht , per il quale ha scontato una detenzione preventiva dal 2018 al 2020. Tra le sue prime apparizioni in campagna elettorale, ha promesso che in caso di vittoria garantirebbe il perdono presidenziale al padre, attualmente ancora in carcere. 

 

 

 

 

 

Yonhy Lescano (Azione Popolare)

Yonhy Lescano.jpg

  • Yonhy Lescano è il candidato di Azione Popolare, il maggior partito presente nell’attuale parlamento.  Lescano è stato deputato nel congresso peruviano dal 2001 al 2019 in rappresentanza prima del collegio elettorale della città di Puno e poi di Lima. Nonostante Azione Popolare sia un partito tendenzialmente centrista, Lescano ha ottenuto la nomina con un programma decisamente statalista e di sinistra, sconfiggendo nelle primarie del partito il suo avversario liberalconservatore Alfredo Barnecha.  Lescano raccoglie gran parte del suo sostegno elettorale nella zona degli altopiani peruviani, in  particolare aPuno e nelle zone rurali circostanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Veronika Mendoza (Insieme per il Perù)

Verónika Mendoza Frisch.jpg

  • Verónika Mendoza è la candidata dell’alleanza elettorale Insieme per il Perù (JPP) e leader del movimento socialista di sinistra “Nuovo Perù”. Dal momento che non poteva registrare il suo partito “Nuovo Perù in tempo per le elezioni, ha siglato un accordo elettorale con JPP per la sua candidatura presidenziale. Menzoza si era già candidata alla presidenza  nel 2016, con un programma nettamente di sinistra, classificandosi in terza posizione e sostenendo al ballottaggio il liberalconservatore   Pedro Pablo Kuczynski contro la candidata della destra autoritaria “fujimorista” Keiko Fujimori.  In precedenza Veronika Mendoza è stata deputata del Congresso peruviano dal 2011 al 2016, in rappresentanza del collegio elettorale di Cuzco.

 

 

 

 

 

 

Daniel Urresti (Podemos Perù)

Daniel Urresti.jpg

  • Daniel Urresti è un ex generale dell’esercito che ha raggiunto la popolarità per la prima volta come ministro degli interni durante la presidenza di Ollanta Humala . Eletto al Congresso peruviano nel 2020 nelle file di Podemos Perù, è stato il candidato più votato in assoluto in quelle elezioni . In precedenza aveva provato a candidarsi alla presidenza nel 2016 con il Partito nazionalista Peruviano che però all’ultimo momento si era ritirato dalle elezioni. Nel 2018 si è candidato a sindaco di Lima arrivando in seconda posizione. Attualmente è indagato per l’omicidio di un giornalista durante i suoi anni nell’esercito peruviano. L’inchiesta ancora in corso, che lui ritiene politicamente ha danneggiato la sua campagna elettorale

 

 

 

 

 

Rafael Lopez Aliaga (Rinnovamento Popolare)

Rafael López Aliaga.jpg

  • Rafael López Aliaga è il leader del Rinnovamento Popolare. Uomo d’affari senza esperienza politica rilevante, ha guadagnato l’attenzione dei media peruviani a causa della sua retorica bigotta e ultraconservatrice, tanto che è stato definito  “il Bolsonaro peruviano” a causa delle sue opinioni politiche di estrema destra simili al presidente brasiliano.  La sua campagna elettorale si basa su un programma decisamente di destra conservatrice, basata sulla contrarietà  all’aborto e al matrimonio tra persone dello stesso sesso .In passato Aliaga  ha anche collaborato con l’estrema destra  “Fujimoristi” del partito Forza Popolare di Keiko Fujimori.

 

 

 

 

 

 

 

 

Julio Guzman (Partito Morado)

Julioguzmanperu2017.png

  • Julio Guzmán è il fondatore e leader del Partito Morado, ideologicamente centristra liberale, tendenzialmente progressista . Ex amministratore pubblico, si era candidato per la prima volta alla presidenza nel 2016 ma era  stato squalificato a causa di irregolarità nel processo di nomina. Il suo partito è attualmente al governo con Francisco Sagasti, che è diventato presidente del Perù a seguito della rimozione di Martín Vizcarra e delle dimissioni di Manuel Merino. La presidenza di Sagasti ha influenzato negativamente la  campagna elettorale di Guzman a causa della pessima gestione del governo della pandemia COVID-19 in Perù . Inoltre Guzman è stato coinvolto  in un imbarazzante scandalo privato quando l’appartamento con cui stava avendo un incontro segreto con la sua amante  ha preso fuoco a causa delle candele accese sul tavolo durante la cena.   

 

 

 

 

 

 

 

Hollanda Humala (Partito Nazionalista Peruviano)

Ollanta Humala Tasso.jpg

  • Ollanta Humala è il leader del Partito Nazionalista Peruviano e l’unico ex presidente del Perù in corsa per un secondo mandato non consecutivo. Nazionalista di sinistra, socialmente conservatore, ex tenente colonnello dell’esercito, è stato un presidente molto impopolare a causa dei pochi progressi compiuti dal suo governo. Dal 2017 a 2018 è stato in custodia cautelare per aver ricevuto tangenti dall’azienda Odebrecht, per la quale continua a essere indagato. accanto a sua moglie, Nadine Heredi.

 

 

 

 

.

 

Daniel Salaverry  (Somos Peru’)

Daniel E. Salaverry Villa.jpg

  • Daniel Salaverry è il candidato di Somos Peru’. Architetto proveniente dalla provincia di  La Libertad. Ideologicamente conservatore ha iniziato la carriera politica come sindaco della città di Trujillo con il Partito peruviano Aprista nel 2010 passando è poi Forza Popolare nel 2014. Con quest’ultimo è stato eletto al Congresso peruviano nel 2016 . Come membro della maggioranza di governo, è stato eletto presidente del Congresso nel 2018, ma ha poi lasciato la maggioranza poiché avrebbe ricevuto pressioni dalla leadership fujimorista per boicottare la presidenza di Martín Vizcarra  Come parte della sua campagna, presidenziale, la sua vicinanza politica a Vizcarra rimane la sua principale risorsa elettorale, a causa della popolarità dell’ex presidenze che si è candidato come nel suo partito come parlamentare per il collegio elettorale di Lima.

 

 

 

 

 

Cesar Acuña (Alleanza per il Progresso)

César Acuña Peralta - CAP.jpg

César Acuña è il fondatore e leader di Alleanza per il Progresso . Imprenditore nel campo dell’istruzione, politicamente conservatore, è entrato in politica nel 2000 quando è stato eletto al Congresso peruviano , nel quale ha servito fino al 2006. Successivamente è stato sindaco della città di Trujillo dal 2007 al 2014 ed è stato eletto governatore dellla provincia di  La Libertad. Egli inizialmente si è candidato alla presidenza nel 2016 , ma è stato squalificato per presunta compravendita di voti durante la campagna elettorale. La sua popolarità ha contribuito al successo del suo partito nelle elezioni anticipate del 2020, tuttavia è poi notevolemnte diminuita a causa della partecipazione del suo partito all’impeachment del presidente Vizcarra.

 

 

 

 

 

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.