Sondaggio EMG – vola al 20% il M5S con Conte, calano PD e FI. Lega distante solo 2,3 punti
Aprile 7, 2021
Sondaggio Lab2101 : La Lega sempre più prima, brusco calo per PD e Forza Italia
Aprile 7, 2021

IL GIRAMONDO – Elezioni Presidenziali e parlamentari in Perù. Alla ricerca del “meno peggio”

I SONDAGGI E I POSSIBILI BALLOTTAGGI

Ci sono varie case sondaggistiche che hanno effettuato sondaggi per queste elezioni, tuttavia i dati sul possibile vincitore sono estremamente differenti dato che al primo turno la distanza tra i candidati principali è molto ridotta e quindi non si sa quale di questi passerà al ballottaggio e chi sarà il suo avversario.   Al momento Tra il 10 e il 15 % dei voti ci sarebbero ben 5 candidati: il candidato di “ultradestra” Rafael López Aliaga,   il populista di sinistra Yonhy Lescano, l’economista di destra liberista Hermando de Soto, la “pasionaria” di sinistra Verónika Mendoza e  la  populista di destra “fujimorista” Keiko Fujimori. Due di questi sei candidati si dovranno scontrare al ballottaggio e il risultato dipenderà molto da chi decideranno di appoggiare i candidati sconfitti.    L’ex calciatore  George Forsyth, che era in testa nelle preferenze all’inizio della campagna elettorale continua la sua discesa nei sondaggi ed è ormai sotto il 10% delle intenzioni di voto. Tra i candidati minori gli ultimissimi  sondaggi danno in ascesa il leader sindacale di estrema sinistra Pedro Castillo. C’è  il serio rischio  che al ballottaggio arrivino i due candidati di estrema destra Fujimori e Aliaga o che uno di essi vada al ballottaggio contro un candidato di estrema sinistra come Mendoza o Castillo, raccogliendo quindi parte del voto centrista e della destra liberale oltre che quello dell’estrema destra.

Più indietro nei sondaggi, sotto il 5% delle intenzioni di voto ci sono  l’ex generale Urresti, l’uomo d’affari conservatore César Acuña, il liberale Julio Guzman, l’ex presidente Ollanta Humala e il candidato conservatore Daniel Salaverry. 

C’è quindi la seria possibilità che dal 12 Aprile il Perù si trovi con un presidente populista, estremista ed inesperto che dovrà affrontare un parlamento frammentato almeno una decina di partiti, in gran parte senza una propria identità politica ma solo strumenti elettorali dei candidati alla presidenza.  Non esattamente il modo migliore per risolvere la grave crisi di credibilità delle istituzioni peruviane.

 

 

Questo è tutto anche per oggi. I risultati saranno commentati come sempre dai nostri egregi collaboratori della Redazione Bidimedia.

Vi ricordo le prossime importanti scadenze elettorali: le elezioni parlamentari del 25 Aprile in albania e quelle del 22 maggio per il rinnovo del parlamento dell’Autorità Nazionale Palestinese.  

 

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

 

 

 

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.