IL GIRAMONDO – Elezioni in Australia – Il cambiamento climatico al centro del dibattito politico. Laburisti verso la vittoria?
Maggio 16, 2019
Osservatorio sull’Europa – Europee, i seggi al 18/5: crescono S&D ed ALDE, trema il PPE!
Maggio 18, 2019

Sondaggio Ipsos – Casal bruciato, proteste da condannare. Maggioranza con il Papa, ma apprezza multe a Ong

Nelle due settimane precedenti alle elezioni vige il divieto di pubblicare sondaggi con intenzioni di voto; i talk show politici vanno di conseguenza a proporre rilevazioni su temi sociali o di attualità. A DiMartedì IPSOS ha presentato un sondaggio su alcune questioni di scottante attualità: le proteste razziste di Casal Bruciato, le azioni del vaticano in contrasto alla povertà e le multe ideate da Salvini contro le ONG. Andiamo a vedere cosa ne pensano gli italiani.

Roma e il disagio delle periferie: Casal Bruciato e l’elemosiniere del Papa

Le proteste contro l’assegnazione di una casa popolare ad una famiglia di etnia Rom dividono i rispondenti, ma la maggioranza le giudica immotivate e da condannare (47%). Di contro, è comunque un nutrito 37% che le ritiene motivate, non vendendovi il razzismo che ha portato anche a diverse denunce. Il 16% del campione preferisce non rispondere. 

Si resta sempre a Roma per il caso dell’elemosiniere di Papa Francesco che ha fatto riattivare i contattori della luce di un condominio moroso. Anche in questo caso gli italiani sono divisi, con percentuali non dissimili dalla precedente domanda. Il 50% dei rispondenti infatti è favorevole all’azione vaticana, caritatevole seppur ai limiti della legalità; il 39% invece ritiene che non andasse effettuata e l’11% non risponde.

La vicinanza delle percentuali delle due risposte potrebbe far pensare ad una nutrita minoranza di italiani allineati su posizioni che non ritengono gravi o razziste (oppure, purtroppo, lo giustificano) le proteste di Casal Bruciato ed al contempo non approvano la linea d’azione di Papa Francesco.

Le multe alle ONG

Ancora più divisivo invece il decreto di Matteo Salvini che impone multe a coloro che prestano soccorso in mare ai migranti; una misura volta evidentemente a colpire le ONG che operano nel Mediterraneo. L’elettorato è spaccato quasi a metà: il 44% dei rispondenti è favorevole alle multe contro le ONG, mentre il 41% vi si oppone ed il 15% è senza opinione in merito.

Incide senza dubbio sulla maggiore approvazione della misura il forte consenso personale di cui gode ancora Matteo Salvini (nonostante fosse di recente in calo); così come il sentimento di generale avversione per i migranti.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!