Sondaggio SWG: rimbalzo Lega, ma sale il PD. 5 Stelle giù
Ottobre 10, 2020
Sondaggio EMG: giù la Lega, salgono PD e FdI che supera i 5Stelle
Ottobre 11, 2020

Regionali Puglia 2020 – La mappa interattiva Bidimedia con i risultati comune per comune

Continuiamo la pubblicazione dei post sulle regionali, oggi l’articolo è dedicato alla Puglia. Oltre ai consueti dati a livello comunale, proponiamo i risultati a livello subcomunale per Foggia, Bari e Lecce.

Nel periodo della campagna elettorale la Puglia è stata ritenuta la regione più incerta. I sondaggi a ridosso del divieto di pubblicazione assegnavano tutti la vittoria a Fitto con margini modesti. Solo BiDiMedia vedeva in testa, seppur di poco, Emiliano. Anche l’exit-poll presentava le stesse forchette per i due candidati di punta. Il risultato elettorale ha smentito chiaramente i sondaggi ed exit-poll con un margine di vittoria del centrosinistra piuttosto chiaro. Emiliano viene riconfermato presidente col 46,8% dei voti dando il via alla quarta legislatura consecutiva di governo del centrosinistra, in una regione che alle elezioni politiche tende a premiare il centrodestra.

Il centrodestra, come nella vicina Campania, ripresentava un ex-presidente di regione, già sconfitto in precedenti consultazioni. Anche qui l’epilogo è stato una sconfitta seppur con un più accettabile 38,9%. Emiliano viene trainato soprattutto dalla provincia di Bari, che rappresenta circa un terzo del corpo elettorale, e dalla provincia BAT. Nelle altre province le distanze fra i due candidati sono decisamente più contenute. Emiliano riesce comunque a prevalere in tutte, ad eccezione di Brindisi, dove Fitto riesce a prevalere.

Emiliano era sostenuto da ben 15 liste, ma sola la metà erano effettivamente competitive, e appena tre superano lo sbarramento entrando in consiglio. Nel campo del centrodestra FdI, arrivata terza alle europee, raggiunge ora la prima piazza, mentre la Lega arretra sensibilmente, tallonata da Forza Italia. La distribuzione del voto è quella tipicamente meridionale, con la solita influenza di amministratori e portavoti locali.

Al terzo posto Antonella Laricchia, del MoVimento 5 Stelle, ferma al 9,9%. Analogamente alle regionali calabresi, il M5S proponeva una coalizione, ma il risultato della lista alleata è stato anche qui scarso. Quarta posizione per il sottosegretario Ivan Scalfarotto, che nonostante il sostegno di tre liste, fra le quali Italia Viva, ottiene un misero 1,6%. Tutti sotto il punto percentuale gli altri candidati.

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!


In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

Sam
Sam