Sondaggio EMG – Regioni o Governo, chi deve agire? Italiani spaccati a metà
Novembre 8, 2020
Sondaggio Roma – IZI: Capitale spaccata, per il centrosinistra meglio Calenda di Sassoli
Novembre 9, 2020

Regionali Toscana 2020 – La mappa interattiva Bidimedia con i risultati comune per comune

Scusandoci per il ritardo, dovuto a ragioni di varia natura, concludiamo la pubblicazione dei post sulle regionali con la Toscana. Oltre ai consueti dati a livello comunale, proponiamo i risultati a livello subcomunale per tutti i capoluoghi di provincia nonché i dati a livello di sezione per alcuni comuni.

I sondaggi pre-elettorali descrivevano uno scenario di leggera prevalenza del centrosinistra, con un discorso del mondo giornalistico simile a quello della vicina Emilia-Romagna, con la delineazione delle eventuali implicazioni di una sconfitta nella regione “rossa” per eccellenza. I risultati hanno invece rivelato un margine più elevato per il centrosinistra rispetto a quanto indicavano i sondaggi, che avevano invece sovrastimato grillini e sinistra.

Eugenio Giani è dunque il nuovo presidente della Toscana, eletto con il 48,62% dei voti, superando agevolmente la sfidante di centrodestra Susanna Ceccardi, ferma al 40,46%, miglior risultato di sempre del centrodestra alle regionali, ma comunque insufficiente per la vittoria. Per quanto riguarda le liste a sostegno di Giani solo Pd e Italia Viva entrano in consiglio. Nel centrodestra prima posizione per la Lega, in sensibile arretramento rispetto alle europee, in crescita Fdi, relativamente stabile Fi.

Come si può osservare dalla mappa l’area di forza del centrosinistra è quella centrale, che include la quasi totalità dei comuni nelle province di Firenze, Prato, Siena più Pistoia e il suo hinterland orientale. Da qui si espande ad Est verso la provincia di Arezzo includendo gran parte dei comuni valdarnesi e casentinesi, a Sud verso le province di Grosseto e Livorno includendo i comuni delle Colline Metallifere e della Val di Cornia. Si estende ad Ovest fino ad arrivare al mar Tirreno, lasciando comunque fuori un buon numero di comuni della Val di Cecina e delle Colline Pisane.

Il centrodestra oltre alle aree già citate in precedenza, tende ad imporsi al contrario nelle aree periferiche della regione. A Nord-Est nella Valdichiana e nella Valtiberina, a Sud in gran parte della Maremma Grossetana. Nella parte nord-orientale il quadro è più complesso. Il centrosinistra vince in alcuni comuni della Lunigiana e dell’alta valle del Serchio, mentre gli altri territori quali la Versilia, la Lucchesia, la Valdinievole preferiscono il centrodestra insieme ai rimanenti comuni della provincia di Massa-Carrara e ad un gruppo di comuni delle Cerbaie.

Al terzo posto Irene Galletti, del MoVimento 5 Stelle, ferma al 6,4% con un risultato superiore alla media a Livorno e dintorni, scarso nell’alta Garfagnana. Quarta posizione per il candidato della sinistra Tommaso Fattori con il 2,2%, in netto peggioramento rispetto al risultato che aveva ottenuto cinque anni fa. La sfida fra il Partito Comunista e il Partito Comunista Italiano che candidavano rispettivamente Salvatore Catello e Marco Barzanti viene vinta dal primo che ottiene lo 0,96% contro lo 0,9% del secondo. Ultima posizione per Tiziana Vigni del Movimento 3V con appena lo 0,43%.

Il centrosinistra è riuscito dunque a mantenere la propria roccaforte con uno scarto simile a quello della confinante Emilia-Romagna. Se però in quest’ultima regione si è assistito ad una polarizzazione fra grandi e piccoli comuni, in Toscana questo non è accaduto. Infatti l’orientamento del voto obbedisce maggiormente a ragioni di natura geografica e di tradizione politica rispetto che all’ampiezza demografica del comune di residenza. Si può comunque osservare un particolare spostamento a sinistra del capoluogo regionale, storicamente più moderata della provincia circostante.

 

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!


In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

Sam
Sam