Sondaggio Index Research (pre-ER): Lega in crescita, assieme al M5S. In calo il PD
Gennaio 29, 2020
Sondaggio IPSOS – italiani divisi sulla Prescrizione e favorevoli al prolungamento della Quota 100
Gennaio 30, 2020

Sondaggi d’America – Sanders balza in testa in Iowa e riduce il gap su Biden

La situazione a livello nazionale

Salve amici. Cominciamo – come nostro solito – da un riepilogo della situazione a livello nazionale, utilizzando la media dei sondaggi più recenti. Notiamo subito importanti cambiamenti: Joe Biden perde un punto percentuale rispetto all’ultimo aggiornamento, scende sotto il 30%, mentre Bernie Sanders fa registrare un +2,4% e si porta a soli 4,4 punti percentuali dall’ex vicepresidente, recuperando ben 3,4 punti percentuali di distacco rispetto alla settimana scorsa. Nel corso della settimana è arrivato anche un sondaggio con Sanders in testa di 3 punti percentuali (CNN). Calo importante per Elizabeth Warren, la quale perde il 2% e supera a fatica quota 15%, staccata di ben 10 punti percentuali dal collega Sanders. Continua a guadagnare Mike Bloomberg: l’ex sindaco di New York consolida la quarta piazza e si porta a ridosso della doppia cifra (+ 0,9% rispetto la scorsa settimana). Continua invece l’inesorabile trend negativo dell’ex sindaco di South Bend Pete Buttigieg, il quale perde 1,3 punti percentuali ed è più lontano da Bloomberg di quanto non sia avanti rispetto ad Andrew Yang: quest’ultimo fa registrare un +0,7% rispetto alla scorsa settimana e raggiunge quota 5%. Bene anche Amy Klobuchar, ora al 4,3% (+ 1,1 punti percentuali), mentre rimangono pressoché stabili sia Tom Steyer che Tulsi Gabbard.

Iowa (3 febbraio)

Siamo a pochi giorni di distanza dai caucuses dell’Iowa e la situazione si fa sempre più interessante. Rispetto alla scorsa settimana, segnaliamo la crescita di Bernie Sanders, il quale è in testa in entrambi i modelli di previsione. Una vittoria del senatore del Vermont in Iowa sicuramente cambierebbe le dinamiche della sfida per la nomination, rendendola molto più competitiva ed incerta. L’ex vicepresidente Biden perde qualcosa (-1,1 punti percentuali nel modello basato soltanto sui sondaggi, -0,4% nel modello che prende in considerazione anche altri fattori) ma rimane comunque competitivo per la vittoria. Tendenza non positiva per Pete Buttigieg ed Elizabeth Warren, sempre più lontani dalle prime due posizioni (e a rischio soglia in molti caucuses), i quali vedono avvicinarsi alle spalle Amy Klobuchar, senatrice del confinante Minnesota, ora per la prima volta in doppia cifra in Iowa. Rimangono stabili gli altri candidati.

New Hampshire (11 febbraio)

Il trend positivo per Sanders si conferma anche in New Hampshire. Il vantaggio del senatore del Vermont supera la doppia cifra nella previsione basata sui sondaggi, mentre supera i sei punti percentuali nel modello Bidimedia. Ciò è dovuto non solo alla ovvia crescita di Sanders, ma anche all’importante perdita di consensi fatta registrare da Biden. Un successo in Iowa potrebbe rafforzare la posizione di Sanders in questo stato: vincere in New Hampshire con ampio margine sarebbe sicuramente un segnale di forza per la sua campagna, in vista del voto in Nevada e in South Carolina. Perde qualcosa Buttigieg, mentre più importante è il calo di Elizabeth Warren, Anche qui si conferma la tendenza positiva per Amy Klobuchar, bene anche Tulsi Gabbard e Andrew Yang.

Nevada (22 febbraio)

Situazione molto incerta in Nevada. Biden è avanti di poco nei sondaggi, ma il nostro modello – il quale tiene in conto le potenziali vittorie di Sanders in Iowa e New Hampshire – assegna un vantaggio esiguo al senatore del Vermont. Notiamo una tendenza a trascurare i caucuses di questo stato, ma la posizione nel calendario, tra New Hampshire e South Carolina, è molto importante per entrambi i due front-runners: Sanders potrebbe usare il Nevada per tenere vivo un potenziale momentum dopo il voto dei primi due stati, mentre  a Biden una vittoria in questo stato potrebbe servire per invertire la tendenza (in caso di insuccesso in Iowa e New Hampshire) o rendere la sua nomination sempre più inevitabile (in caso di vittoria in Iowa).

South Carolina (29 febbraio)

Possiamo notare la stessa tendenza in South Carolina: il vantaggio di Biden è superiore ai 24 punti percentuali tenendo in considerazione soltanto i sondaggi, ma il potenziale 3/3 di Sanders e l’andamento a livello nazionale fanno registrare la differenza di 6,4 punti percentuali nel vantaggio dell’ex vicepresidente nei due modelli di previsione. Contenere il margine di vittoria di Biden in questo stato, così come negli altri stati del Sud, è di fondamentale importanza per le possibilità di vittoria di Sanders.

Nella prossima pagina le previsioni per tutti gli Stati

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link