Sondaggio SWG – Cashback di Stato, cosa ne pensano gli Italiani?
Dicembre 21, 2020
IL GIRAMONDO – Elezioni in Niger, una fragile democrazia alle prese con l’estremismo islamico e l’esplosione demografica
Dicembre 22, 2020

DIRETTA VIDEO – Sondaggio BiDiMedia Dicembre: meno di un punto tra Lega e PD, M5S a picco

Presentiamo in diretta video il sondaggio BiDiMedia di dicembre. Le intenzioni di voto, la fiducia al governo e la domanda del mese (Quale partito della Prima Repubblica vincerebbe oggi le elezioni?) raccontate direttamente dai nostri sondaggisti, a disposizione per le vostre domande.

La diretta va in onda oltre che in testa a questo post, sulle pagine social BiDiMedia, YouTube e Facebook.

Per commenti o domande, consigliamo di usare le pagine social linkate sopra.

Le forze di maggioranza

Secondo mese consecutivo di difficoltà per la maggioranza Giallorossa: se il PD resta pressoché stabile (-0,1) e sia IV che LeU sono invariati da novembre, il M5S prosegue a calare in maniera preoccupante. Gli 8 decimi persi a dicembre dai Pentastellati, che portano i 5 Stelle sotto al 13% (nuovo minimo dal 2013 per BiDiMedia), condannano le forze che supportano il governo a lasciare per strada più di mezzo punto percentuale.

Nonostante ciò il PD ha di che sorridere: grazie al calo della Lega infatti ora la distanza dalla posizione di prima forza politica nazionale è di appena 9 decimi di punto.

L’opposizione di Centrodestra

Il Centrodestra continua a mostrare al contempo tanto grandi spostamenti di voti al suo interno, quanto perfetta impermeabilità verso l’esterno.

Prosegue ineluttabile il crollo della Lega, ora sotto al 23% (oltre il 10 punti persi dai massimi del 2019), ma altrettanto continuativa è la crescita di FdI, che si avvicina ad obbiettivi impensabili solo 12 mesi fa.

Il piccolo recupero di FI e Cambiamo! fa sì che il Cdx sia nel complesso perfettamente stabile: i voti in uscita dalla Lega si limitano a spostarsi verso gli alleati.

Sinistra, forze liberali, Altri e affluenza

Buon momento per Azione di Carlo Calenda che tocca il 3%; pochi i movimenti tra gli altri piccoli partiti liberali e progressisti all’opposizione. Guadagno minimo dei “cespugli” di Csx e del Popolo della Famiglia; più sostanziosa la crescita degli “altri”, le formazioni troppo piccole per essere sondabili singolarmente in cui confluiscono, per lo meno a distanza dalle urne, diversi suffragi in uscita dal M5S.

L’affluenza è stabile al 62%, crescono ancora gli indecisi, il 21% dell’elettorato.

NELLA PROSSIMA PAGINA, LA RIPARTIZIONE REGIONALE DEI VOTI

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.