Sondaggio Winpoll – Congresso PD: Zingaretti è in testa, ma un redivivo Renzi lo tallona
Ottobre 31, 2018
Elezioni Politiche – Winpoll: primo forte calo della Lega, con Forza Italia che ne approfitta
Novembre 1, 2018

Tra manine e condoni, manovra sempre più bocciata secondo il sondaggio Tecnè!

I provvedimenti

Il peggioramento del giudizio sui singoli aspetti della manovra è quasi uniforme, con la sola eccezione della “riforma pensioni”. La cosiddetta “quota 100” è infatti l’unica misura che incrementa i voti positivi (dal 37 al 39%), che però rimangono nettamente minoritari rispetto al 53% di contrari.

Brutale invece il calo del gradimento per tutti gli altri provvedimenti. In particolare la riforma fiscale, crediamo per via delle recenti polemiche su condono, scudo fiscale e “manine”, è vista ormai con il fumo negli occhi addirittura dal 64% degli elettori. Crollo anche per le misure sulla crescita e reddito di cittadinanza, osteggiati ora rispettivamente dal 62 e dal 57 per cento degli italiani.

Per tutti punti in esame i giudizi negativi superano il 50%, ulteriore campanello d’allarme per il governo: le misure proposte sono come minimo assai divisive.

La preoccupazione degli italiani

Infine, una nuova domanda su mercati, spread e conseguente preoccupazione per una possibile crisi. Si tratta di una questione che ha indubbie correlazioni sia con lo scontro contro l’UE sia con il giudizio stesso sulla manovra (tra i motivi di “negatività” è proposto anche “spaventa gli investitori”); l’esito è infatti coerente con i risultati visti in precedenza. Il 55% degli italiani è preoccupato dagli effetti della manovra, solo il 33% non lo è ed il 12% risulta senza opinione.

Questo dato, oltre ad essere un rafforzativo delle opinioni negative delle altre domande, rimanda forse al motivo della bocciatura della manovra. Una possibile interpretazione, alla luce della preoccupazione emersa, è che gli italiani siano più spaventati per gli esiti nefasti della manovra – con il pericolo concreto di una nuova, devastante crisi mentre è ancora ben viva la memoria di quanto accaduto pochi anni fa – rispetto a quanto possano essere, in linea puramente teorica, apprezzate le misure proposte dai partiti.

I provvedimenti della maggioranza risultavano infatti riscuotere ben diverso consenso finchè si trattava di generica propaganda. La realtà però, a quanto sembra, è ben lontana dalla campagna elettorale.

Commento ed analisi by Reggy

NOTA METODOLOGICA

Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica.
Estensione territoriale: intero territorio nazionale.
Numerosità del campione: 1.000 casi [totale contatti 4.799 (100,0%) – rispondenti 1.000 (20,8%) – rifiuti/sostituzioni 3.799 (79,2%)].
Metodo di rilevazione: CATI-CAWI.
Margine di errore: +/- 3,1% (sui risultati a livello dell’intero campione).
Data di effettuazione delle interviste: 24-25 ottobre 2018.
Committente: RTI.
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè S.r.l.

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link