Sondaggio Ipsos: Italiani divisi sulla durata del Governo, per il 42% Renzi aiuta il Centrodestra
Novembre 16, 2019
Sondaggi d’Europa – Aggiornamenti al 16 novembre
Novembre 17, 2019

Sondaggio Demopolis: cresce ancora il Cdx, mentre crolla il M5S. Giallorossi in difficoltà, nella maggioranza reggono LeU e IV

Nuovo sondaggio Demopolis, che conferma in gran parte i trend della precedente rilevazione dell’istituto diretto da Pietro Vento.

Sale infatti ancora la Lega, ora al 34%, così come prosegue la crescita di FdI, seppur più lievemente (+0,4 al 9,4%), ai suoi massimi storici. Calano invece le maggiori forze di maggioranza: discesa lieve per il PD, al 18,5%, molto più accentuata invece per il M5S che crolla al 17,2%. Tra le forze che sostengono la maggioranza sono invece stabili LeU al 2,5% e Italia Viva al 5,8%; il partito di Matteo Renzi supera tuttavia FI in quanto quest’ultima cala al 5,6%. Demopolis come consueto non riporta le liste al di sotto del 2%, mentre l’affluenza stimata scende al 68%.

Demopolis propone in questa rilevazione il trend dei principali partiti: si nota facilemnte la recente impennata di FdI, il ritorno alla crescita della Lega dopo le difficoltà estive ed il crollo autunnale del M5S. Il calo del PD è invece coincidente con la scissione di IV, e sembra si stia attenuando, anche se il partito di Renzi non è riportato nei trend. Nel complesso da settembre la compagine giallorossa ha perso re punti percentuali, dovuti interamente al calo dei 5 Stelle, mentre il Cdx è crescito fino al 49%.

Nota informativa – L’indagine è stata effettuata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 10 al 12 novembre per il programma Otto e Mezzo su un campione stratificato di 1.500 intervistati, rappresentativo dell’universo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento del Barometro Politico Demopolis a cura di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!