Sondaggio EMG – Coronavirus: italiani ancora prudenti, solo il 16% vorrebbe andare al ristorante appena possibile
Maggio 3, 2020
Elezioni Politiche – Sondaggio Index Research: continua la discesa della Lega ormai in zona 26%, il PD dista solo cinque punti
Maggio 4, 2020

Sondaggio Winpoll – Covid: italiani a favore della riapertura graduale. Europa bocciata, ma la maggioranza non vuole l’Italexit

Nella seconda parte del sondaggio Winpoll sugli effetti dell’epidemia di Covid -19 (qui potete trovare la prima parte), si esamina la reazione dei cittadini alle restrizioni, alle misure di sostegno all’economia, il giudizio sull’Europa e possibili governi futuri.

Le misure del governo, economia e lockdown

Le misure di graduale fine del lockdown che entreranno in vigore da domani trovano largo consenso nella popolazione: il 70% concorda con un allentamento delle restrizioni scaglionato, solo il 13,5% vorrebbe riaprire subito i negozi e il 10,1% pretende un immediato ritorno alla normalità per-covid. All’opposto, ancora meno (6,2%) vorrebbero mantenere ancora il lockdown.

Riguardo alle misure economiche, per il 59% degli italiani un qualsiasi aumento delle tasse sarebbe inopportuno, mentre dei tagli sarebbero preferibili a ministeri, regioni ed enti locali per il 48%. Scarso consenso per sforbiciate allo stato sociale, praticamente nessuno vorrebbe più tagliare la sanità pubblica.

Il giudizio sull’Europa

La valutazione sull’azione dell’Europa nell’emergenza covid non è lusinghiera: in particolare, quasi unanime il parere secondo cui gli stati europei non avrebbero aiutato a sufficienza il nostro paese. Appena migliore, ma sempre largamente insufficiente, il giudizio sulle istituzione UE. Nonostante ciò, solo una minoranza (42%) crede che per l’Italia l’appartenenza all’Unione Europea sia un fatto negativo; ancor meno (32%) vorrebbero un’Italexit, l’uscita del nostro paese dall’UE.

Ricostruzione: economia&istituzioni

Nella prossima pagina:

il 40% degli italiani ha visto a causa dell’emergenza covid ridursi il proprio reddito, secondo il 50% per tornare ai livelli pre-crisi ci vorranno dai 2 ai 4 anni. Per gestire tale congiuntura, a emergenza finita la maggioranza relativa (47%) vorrebbe tornare alle urne per avere un nuovo governo, percentuale non a caso prossima alle intenzioni di voto dei partiti del Centrodestra. Non trova molti consensi l’ipotesi di un governo di unità nazionale, auspicato appena dal 15% degli elettori. In caso di governissimo, il prescelto dovrebbe essere Mario Draghi.

I politici più apprezzati durante l’emergenza covid sono stati il presidente regionale veneto Zaia, il Pdc Conte e il Presidente della repubblica Mattarella. In cada, scarso successo per Di Maio e Matteo Renzi. Infine, il MES: solo il 38% degli italiani ritiene opportuno ricorrere al fondo salva stati come forma di finanziamento per uscire dalla crisi.

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link