Sondaggio Tecnè: cala ancora la Fiducia nel Governo Draghi. Crescono Meloni e Conte
Aprile 30, 2021
Sondaggi d’Europa – Aggiornamenti al 1° maggio
Maggio 1, 2021

IL GIRAMONDO – Elezioni assemblea regionale di Madrid. La destra nazionalista di VOX al potere nelle capitale spagnola?

Bandiera della Comunità di MadridIl prossimo 4 maggio si tengono le elezioni regionali anticipate per rinnovare i 136 seggi dell’Assemblea della Comunità di Madrid. Queste elezioni rappresentano la prima volta in cui un premier regionale a Madrid si è avvalso della prerogativa presidenziale di convocare elezioni regionali anticipate.

Il governo regionale, guidato dalla presidente Isabel Díaz Ayuso era composto da una coalizione di centrodestra tra i conservatori del Partito Popolare (PP), di cui la Ayuso fa parte, e i liberali di Ciudadanos. Lo scorso 10 marzo Ciudadanos ha rotto l’alleanza con il PP  nella regione di Murcia, alleandosi con il Partito Socialista (PSOE).  La presidente madrilena Ayuso, temendo che PSOE e Ciudadanos avessero intenzione di ribaltare la maggioaranza regionale anche a Madrid, ha giocato d’anticipo, rompendo ella stessa la coalizione con Ciudadanos, sciogliendo anticipatamente l’assemblea regionale e convocando elezioni anticipate.  Nonostante sia il PSOE che Más Madrid formazione politica locale di sinistra, abbiano presentato mozioni di sfiducia preventive nel tentativo di contrastare la mossa di Ayuso, il giorno successivo l’ufficio dell’Assemblea ha provvisoriamente riconosciuto lo scioglimento dell’assemblea regionale, sebbene abbia annunciata un ricorso contro la  Ayuso.

Confidando nei sondaggi che indicavano un aumento del PP a spesi di Ciudadanos, la Ayuso spera che le elezioni anticipate le permettano di rimanere in carica, eventualmente grazie ad un accordo con la destra nazionalista di Vox. Per scongiurare questa eventualità il vice primo ministro spagnolo e leader nazionale di Unidas Podemos , Pablo Iglesias , ha annunciato che si sarebbe dimesso dai suoi incarichi nazionali sia di partito che di governo per candidarsi come capolista della sua formazione politica alle elezioni regionali.

 

IL SISTEMA POLITICO-ELETTORALE

Coat-of-arms of the Community of Madrid

Come il resto delle comunità autonome, la Comunità di Madrid è organizzata politicamente all’interno di un sistema parlamentare ; cioè, il capo del governo – conosciuto come il “presidente” – dipende dal sostegno diretto del legislatore regionale, i cui membri lo eleggono a maggioranza .

Lo Statuto di Autonomia della Comunità Autonoma di Madrid è la legge organica fondamentale in combinato disposto con (e subordinata) alla costituzione spagnola . Lo Statuto di Autonomia stabilisce che i poteri attraverso i quali si esercita l’autogoverno della comunità autonoma sono le seguenti istituzioni:

L’ Assemblea di Madrid, un organo eletto direttamente, rappresenta il popolo di Madrid ed esercita il potere legislativo della comunità nell’approvazione e nella supervisione del bilancio e nel coordinamento e controllo delle azioni del governo. La sede dell’Assemblea si trova a Madrid, nel distretto di Puente de Vallecas . I membri della legislatura (attualmente 132) sono eletti attraverso una rappresentanza proporzionale con liste chiuse di partito e una soglia elettorale del 5% in un unico collegio regionale.
Il Presidente della Comunità di Madrid è il rappresentante supremo della regione e la rappresentanza ordinaria dello Stato. Presiede e dirige le attività del governo regionale, designa e revoca i vicepresidenti e i ministri ( consejeros ) che conformano un gabinetto esecutivo. L’investitura del presidente regionale, che viene nominato candidato dal Presidente dell’Assemblea tra i suoi membri previa consultazione, è votata a maggioranza qualificata della plenaria della legislatura (o, in mancanza della prima, a maggioranza semplice in un secondo turno con votazione 48 ore dopo) e poi formalmente nominato dal re attraverso un regio decreto . La sede della Presidenza è la Real Casa de Correos situata nella Puerta del Sol , nel centro di Madrid.

Il governo della Comunità di Madrid è l’organo collegiale che dirige la politica e i poteri esecutivi e amministrativi della comunità. Il Consiglio di governo in carica comprende il Presidente, il Vicepresidente (assumendo competenze aggiuntive) e altri dodici ministri.

 

 

Nelle prossime pagine, la storia politica del paese, i gli sviluppi politici recenti, i principali partiti politici e gli ultimi sondaggi.

Ti interessa questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

 

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.