Sondaggio Euromedia – Napoli: l’alleanza CSX-M5S nettamente in testa, insegue il centrodestra. Altri sotto il 10%
Giugno 29, 2021
IL MAPPAMONDO – Gli Armeni non cedono ai richiami nazionalisti, torna a vincere Pashinyan
Giugno 30, 2021

Primarie Roma – Analisi Voto, Gualtieri vince in quasi tutti i seggi

Il 20 giugno si sono tenute le primarie del centrosinistra nella capitale d’Italia, che hanno incoronato Roberto Gualtieri come candidato per la coalizione alla carica di sindaco di Roma. Affermazione molto larga per l’ex ministro dell’economia, qui i risultati principali riassunti in breve:

  • Voti totali 48624
  • Voti Validi 47093:

Roberto Gualtieri 28561 (60,65%)
Giovanni Caudo 7388 (15,69%)
Paolo Ciani 3372 (7,16%)
Imma Battaglia 2987 /6,34%)
Stefano Fassina 2625 (5,57%)
Tobia Zevi 1663 (3,53%)
Cristina Grancio 497 (1,06%)

  • Schede Bianche 1028
  • Schede Nulle 503

Analisi dell’Affluenza

Non è semplicissimo calcolare la % dell’affluenza visto che il possibile corpo elettorale sono tutti gli over 16, italiani o stranieri, residenti a Roma. Seguendo gli ultimi dati ISTAT i votanti sono stati circa 18 su 1000. Il valore si alza a 20 su 1000 se si considerano solo gli italiani over16.

I precedenti per le primarie cittadine della città di Roma sono quelle 2013, dove votarono oltre 100mila persone, e quelle del 2016, dove a votare furono poco meno dei votanti delle ultime, circa 47mila

Vale la pena fare un discorso per quanto riguarda l’affluenza al livello dei municipi. Qui però dobbiamo restringere l’analisi ai soli residenti italiani.

Premesso questo, l’affluenza è stata particolarmente altra nel municipio XII (Monteverde, 33 voti su mille), e poi nel XIII (Aurelio) oltre che nel municipio I (Centro Storico). Bene anche nel municipio IV (Tiburtino). Il XII e il IV sono zone storicamente favorevoli al centrosinistra, che però erano venute un po’ meno alle ultime comunali visto che avevano votato in maggioranza la Raggi.

 

Molto bassa l’affluenza nel municipio VI, che spicca in negativo rispetto a tutti gli altri, solo 8 voti ogni 1000. Seguono a 14 e 15 il X (Ostia, zona che dovrebbe essere favorevole alla Raggi) e l’XI (Marconi/Portuense)

 

Ancora più interessante e andare a vedere i voti dei singoli “seggi”. Questa volta il rapporto è fatto tra i voti alle primarie e i voti presi alle europee 2019 da tutti i partiti di centrosinistra (PD, Verdi, La Sinistra)

Si confermano i risultati molto alti in alcune zone dei municipi XII e XIII. In generale l’affluenza è andata molto bene in alcune zone periferiche (anche del municipio XV), in alcune zone del centro storico e nelle zone più centrali dei municipi IV e V

Considerato tutti questi dati viene da pensare da questa affluenza che il Centrosinistra stia riallacciando i legami con le zone cittadine in cui è storicamente più forte (come il XII o il IV). Alcune di queste zone avevano tenuto anche nel 2016, molte altre però si erano parzialmente allontanate, votando magari il movimento 5 stelle. Rispetto agli standard degli ultimi anni invece forse un riscontro un po’ sotto le attese nella zona Parioli-Nomentano (probabilmente per la candidatura extra-csx di Calenda). La scarsa partecipazione nel VI (delle Torri) accomuna due fattori, si tratta di una periferia e poi di una zona storicamente non particolarmente favorevole al centro-sinistra

Analisi dei Risultati

I risultati percentuali nel vari municipi e in tutto il comune (che somma anche i voti online) sono riassunti nella tabella qui.

Gualtieri

Il vincitore di queste primarie con poco più del 60% dei consensi.

Rispetto ai voti complessivi Gualtieri è andato molto bene nelle zone delle periferie occidentali e nei municipi IV (Tiburtino), dove ha raggiunto il suo record sfiorando il 73%, e nel X (Ostia) arrivato al 70%.

 

In generale sono pochi i municipi in cui Gualtieri non è arrivato almeno al 55%, il municipio V (Prenestino) e poi il municipio VIII (Garbatella), il municipio amministrato da Amedeo Ciaccheri e dove è andata molto forte la candidata della sua Liberare Roma, Imma Battaglia. Uno solo il municipio in cui Gualtieri non ha raggiunto almeno il 50% dei voti validi, il municipio III (si è fermato poco prima del 49%), municipio amministrato dal suo principale sfidante alle primarie Giovanni Caudo.

In generale anche molto bene, come risultati, nelle zone periferiche.

Gualtieri ha anche vinto 183 dei 187 seggi sparsi per la città.

Caudo

Proprio Caudo, arrivato secondo a quasi il 16%, è il candidato oltre Gualtieri che ha raggiunto in un municipio il risultato più alto, il 35,6%, proprio nel suo municipio III (Montesacro). L’ex assessore di Marino è andato molto bene anche nel municipio II (Parioli-Nomentano) e nel centro storico (16,6%). Bene anche nelle zone più centrali del municipio XIII

Proprio Caudo è l’unico oltre a Gualtieri ad aver vinto più di un seggio, due per la precisione, entrambi nel municipio III (Conca d’Oro e Tufello).

Per Caudo bisogna segnalare anche l’ottima performance nel voto online, 37,6%, appena due punti dietro a Gualtieri.

Battaglia

La candidata, tra gli altri, di Liberare Roma è andata molto bene, come già scritto, nel municipio VIII, amministrato dal fondatore di LR Amedeo Ciaccheri, in cui ha totalizzato oltre il 20%.

Da segnalare anche il risultato nel municipio VII (S.Giovanni/Tuscolano), unico altro in cui ha superato il 10%, fermandosi al 10,5%. Entrambi questi municipi sono storicamente di centrosinistra.

Complessivamente a livello cittadino ha totalizzato il 6,3%. Ha anche vinto uno dei 187 seggi cittadini, nel municipio V (largo dei quintili/Quadraro)

Fassina

Per il consigliere comunale ed ex candidato sindaco della sinistra Stefano Fassina un 5,6% come risultato finale.

Spiccano i risultati nel municipio della nuova movida, il V (prenestino). Buon risultato anche nel IX (Eur)

Discreta forza anche in alcuni quartieri più centrali tra municipio I e II

Grancio

La candidata del PSI arriva poco sopra l’1%. In alcuni quartieri, per lo più periferici, riesce a strappare qualcosa oltre il 5%. Il risultato più alto a livello di municipio lo ottiene nel XIV

Zevi

Per Tobia Zevi un 3,5% complessivo con un 6,3% nel municipio XI (Marconi/Portuense) e un buon riscontro anche nei due municipi centrali e nel XIV (Montemario). In alcuni seggi, principalmente in questi municipi, riesce ad arrivare oltre il 10%

Ciani

Forse la più grande sorpresa delle primarie, assieme a Caudo, si è piazzato al terzo posto con il 7,2%

Il suo consenso è diffuso abbastanza uniformemente nella città, con i picchi nel municipio XI (12%) e nel IX (11,2%)

In alcuni seggi, anche del centro storico, riesce a superare il 25% delle preferenze. Anche lui come Battaglia e Caudo è riuscito a prevalere in almeno un seggio, nel municipio IX (Vitinia)

Schede bianche

Un dato che può dire poco, se non segnalare possibili sofferenze da parte di un elettorato storico che non rinuncia a votare alle primarie ma che non trova un candidato in cui identificarsi.

In queste primarie le schede bianche+nulle sono comunque in deciso calo rispetto alle primarie 2016, quelle vinte da Giachetti e in cui, aveva annunciato, l’affluenza era stata solo di poco inferiore.

Il maggior numero di bianche e nulle si segnalano nei municipi IV, V, XIII e XIV, dove superano il 5%

Nel complessivo sono circa il 3,1%. Alle passate primarie erano state ben l’8,5%. Allora probabilmente, subito dopo la cacciata di Marino, segnalavano un problema ben più presente nell’elettorato solitamente fedele al partito di quanto non faccia in dato di quest’anno, che appare piuttosto fisiologico

Si ringrazia Sam per le grafiche presenti in questo articolo.

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Sondaggi BiDiMedia è un sito nato nel 2010. Se vi piace e siete contenti del nostro servizio gratuito potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi ci permetterà di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.