Regionali Veneto 2020 – La mappa interattiva Bidimedia con i risultati comune per comune
Ottobre 6, 2020
Sondaggio IPSOS – COVID: pene più severe per i no-mask
Ottobre 7, 2020

Sondaggi d’America – stanotte si affrontano Pence ed Harris

Sondaggi d’America – Dopo il caos del primo dibattito, stanotte si affrontano Pence ed Harris. Trump, positivo al Covid, continua ad arrancare.

Salve amici. Molti argomenti da affrontare in questo post: il primo dibattito tra Trump e Biden, il dibattito di stanotte tra Pence ed Harris, la positività di Trump al Covid-19 e le nostre previsioni per le elezioni di novembre.

Il primo dibattito

Martedì 29 settembre si è tenuto il primo dibattito tra Donald Trump e Joe Biden, caratterizzato da attacchi personali e continue interruzioni (specialmente da parte del presidente uscente, richiamato più volte dal moderatore Chris Wallace). Vari i temi affrontati: Corte Suprema, Healthcare, pandemia di Covid-19, razzismo e violenze nelle città. Episodio chiave è stato quando sia Biden che il moderatore hanno chiesto al Presidente di condannare i gruppi dei suprematisti bianchi: Trump ha chiesto di dargli un nome da condannare, Biden ha risposto citando i Proud Boys, gruppo di estrema destra. Il Presidente ha poi detto ai Proud Boys le seguenti parole: “stand back and stand by, ma vi dirò che qualcuno deve fare qualcosa sugli Antifa e la sinistra, perché questo non è un problema di destra ma di sinistra”. Proprio quel “stand back and stand by” è stato interpretato da alcuni, così come dai membri dei Proud Boys, come un richiamo alle armi, mentre altri hanno sostenuto che il Presidente abbia semplicemente sbagliato parole nell’esprimere la sua condanna (stand down invece di stand back and stand by).

Secondo un sondaggio svolto dalla CNN, il 60% sostiene che Biden abbia vinto il dibattito, mentre il 28% è del parere che il Presidente uscente abbia avuto la meglio. La CBS vede invece una vittoria con proporzioni minori per Biden (48% contro il 41%). FiveThirtyEight ha svolto due sondaggi, uno prima e l’altro dopo il dibattito, usando però una scala da 0 a 10. Se prima, in media, alla domanda “quanto sei incline a votare per Biden o Trump?” la risposta vedeva un punteggio di 5 per il democratico e di 3,8 per il repubblicano, dopo il dibattito Biden sale a 5,2 mentre Trump scende a 3,7. Se prima l’elettorato considerava una vittoria di Trump più probabile di quella di Biden, anche se di poco (4,7 a 4,6), dopo il dibattito Biden sale a 4,7 con Trump a 4,6. La performance del Presidente uscente è stata considerata buona dal 32,9% degli intervistati, non buona invece dal 66,2%, mentre per quanto riguarda quella del candidato democratico, i giudizi positivi sono pari al 59,7% contro il 39,1% di giudizi negativi. Prima del dibattito, i giudizi positivi nei confronti di Trump erano pari al 37%, contro il 60% di giudizi negativi. Dopo il dibattito, la forbice si è allargata (36% contro 62%). Discorso opposto per Biden, che passa da un 49%-47% a favore dei giudizi positivi a 52% contro 45%. Quindi, nel complesso, possiamo affermare che Biden ha avuto la meglio, anche se il dibattito non sembra aver spostato molto. Stanotte si sfideranno il Vicepresidente Mike Pence e la candidata democratica Kamala Harris: il dibattito si terrà all’Università dello Utah di Salt Lake City.

La positività al Covid-19 di Trump

Nella giornata di venerdì, è stata annunciata la notizia della positività al Covid-19 del Presidente e della First Lady Melania. Secondo varie ricostruzioni, è probabile però che la positività sia stata scoperta già nella giornata di mercoledì, quando Trump ha partecipato comunque ad un evento di raccolta fondi. Domenica il Presidente è uscito dall’ospedale per una sorta di parata da dentro una macchina per salutare i suoi sostenitori ma nelle giornate precedenti molti dubbi hanno circondato la positività di Trump e le sue vere condizioni: è stato infatti necessario somministrargli dell’ossigeno ed il trattamento a cui è sottoposto prevede la somministrazione di steroidi e desametasone, usati tipicamente per i casi più severi. Nella giornata di lunedì il Presidente, ancora positivo, ha fatto ritorno alla Casa Bianca. E’ possibile che l’evento scatenante il contagio sia stata la cerimonia di presentazione della conservatrice Amy Comey Barrett come candidata alla Corte Suprema: i vari invitati erano infatti assembrati, e senza alcun tipo di protezione, sia nel Giardino delle Rose che all’interno della Casa Bianca. Molti dei presenti sono in seguito risultati positivi: vari senatori repubblicani presenti alla cerimonia e alcuni consiglieri di Trump, come Kellyanne Conway e Chris Christie.

E’ ora il turno delle nostre previsioni, cominciando da quelle relative alla presidenza.

Metodologia

Per quanto riguarda il voto popolare, considereremo i sondaggi più recenti svolti a livello nazionale, pesati a seconda della data di svolgimento e del record passato del sondaggista (una misura di quanto quel dato sondaggista sia andato più vicino o meno ai risultati nelle elezioni precedenti).

Per quanto riguarda i singoli stati, la previsione si baserà sia sui sondaggi realizzati a livello statale (sempre ponderati per data e record della casa sondaggistica) sia su una proiezione realizzata a partire dalla previsione del voto popolare a seconda dei trend passati. Il peso della proiezione sarà chiaramente minore rispetto ai sondaggi statali nella misura in cui quest’ultimi verranno svolti: per uno swing state (che vedrà molti sondaggi statali) il peso dei sondaggi statali sarà preponderante rispetto alla proiezione realizzata a partire dal dato nazionale, mentre quest’ultima avrà un peso maggiore per quegli stati considerati sicuri per uno dei due candidati e in cui verranno svolti pochi sondaggi. Il peso delle due previsioni comunque non sarà assegnato in maniera casuale, ma bensì verrà calcolato in base allo scostamento tra la data degli ultimi sondaggi nazionali e quella degli ultimi sondaggi statali.

Voto popolare

A livello nazionale, Joe Biden si porta al 53,4%, guadagnando 1,2 punti percentuali rispetto alla scorsa settimana, mentre Donald Trump perde lo 0,3% e si attesta al 44,4%. La percentuale di cui sono accreditati i candidati degli altri partiti scende dal 3,1 al 2,3. Il vantaggio di Biden si allarga, passando dai 7,5 punti percentuali dell’ultimo aggiornamento ai 9 di oggi.

Nella prossima pagina le nostre previsioni Stato per Stato

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.