Noto Sondaggi – Zingaretti vincerebbe le primarie PD, ma Minniti è solo a -2
Novembre 5, 2018
Sondaggio Noto: la fiducia nel governo cresce, ma restano maggioranza i voti negativi.
Novembre 6, 2018

Sondaggi d’America – La Camera è democratica e la partita al Senato e tra i Governatori è ancora aperta.

 

Ora la mappa e il riepilogo della situazione.

 

Rispetto alla scorsa settimana, registriamo pochi cambiamenti. L’Indiana è tornato Likely Dem e l’elezione speciale in Minnesota è Solid Dem adesso. Il Montana invece è diventato toss-up, grazia a un recupero dell’ultimo momento del repubblicano. La West Virginia è passata a Likely Dem, ma il democratico Joe Manchin non dovrebbe avere troppi problemi ad essere rieletto.

Senza contare i seggi toss-up, i repubblicani si trovano a 50, mentre i democratici inseguono con 46 seggi. Aggiungendo i seggi toss-up, abbiamo i repubblicani avanti 51-49. Infatti, democratici hanno un vantaggio in Arizona, Florida, Nevada e Montana, mentre inseguono in Missouri. In tutti questi casi siamo ben all’interno del margine di errore.

Quindi, alla fine, i democratici potrebbero vincere tutti e cinque i seggi toss-up (in Nevada ricordiamo che i sondaggi tendono quasi sempre a sovrastimare i repubblicani). Se lo facessero, non avrebbero comunque la maggioranza. Pur vincendo questi seggi, i democratici rimangono nettamente dietro in North Dakota (dove l’uscente è la democratica Heidi Heitkamp). Quindi, per vincere il Senato, i democratici devono confermarsi in tutte le sfide competitive, strappare Nevada e Arizona ai repubblicani e compensare la ormai probabile perdita del North Dakota con uno stato tra Texas e Tennessee, dove i democratici sono indietro, ma non del tutto senza speranze. In caso di parità il voto del Vicepresidente, per due anni ancora Mike Pence, può votare.

Nella nostra rappresentazione grafica, la situazione è abbastanza simie alla scorsa settimana.