Sondaggio Index Research: discesa senza fine per il M5S. Risale il PD, Cdx sempre più su
Novembre 19, 2019
Sondaggio Tecnè: PD in ripresa, cala la Lega, mentre il M5S si inabissa. Bassa fiducia nel Conte bis
Novembre 20, 2019

Sondaggio Winpoll – Regionali Emilia-Romagna: Bonaccini nettamente avanti, come liste Cdx in vantaggio

Si avvicinano le elezioni regionali emiliano-romagnole del 26 gennaio, viste da molti come un evento fondamentale per il dipanarsi dello scenario politico italiano; mentre la campagna elettorale entra già nel vivo con largo anticipo tra Sardine e Salvini, compaiono i primi sondaggi, come il Winpoll che potete leggere sotto.

Il risultato di questa rilevazione presenta una forte discrepanza tra voto al candidato e voto di lista. Stefano Bonaccini, “governatore” uscente, si conferma amministratore apprezzato: alta fiducia in lui e ancora migliore il giudizio sulla sua amministrazione, come ben mostrato dalla prima parte del sondaggio Winpoll.

La fiducia in Bonaccini è notevole, tanto che sul suo nome convergerebbe oltre il 50% dei voti; un vantaggio tra gli 8 e addirittura i 13 punti percentuali sulla sfidante di Centrodestra Bergonzoni, a seconda che si presenti o meno un candidato del M5S. La forza di Bonaccini si mostra bene proprio nel sapere attrarre elettori trasversalmente ai partiti, inclusi quelli Pentastellati.

Il voto ai partiti

L’esito è tuttavia differente se si guarda ai risultati dei partiti. La coalizione di Centrosinistra non andrebbe oltre al 44,8%, superata di quasi tre punti dal Centrodestra, un dato che non è molto dissimile dall’esito delle recenti elezioni europee in regione. I 5 Stelle si fermerebbero, sempre che presentino lista e candidato, ad un imbarazzante 6%, fuori dalle coalizioni e schiacciati dalla sfida tra Bonaccini e Bergonzoni. Lotta per il primo posto di lista tra PD e Lega, con i Democratici avanti di pochi decimi di punto.

La risoluzione della dicotomia tra voti ai candidati e alle liste deciderà a nostro avviso il risultato della competizione. Per quanto infatti in Emilia sia possibile il voto disgiunto e ci si aspettino molti voti ai soli candidati, appare difficile avere uno spread di oltre 10 punti tra candidati e liste. E’ probabile quindi un parziale riallineamento tra i due valori; se calerà Bonaccini o saliranno le liste di Centrosinistra, ciò determinerà l’esito elettorale.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link