Osservatorio sull’Europa – Europee, i seggi al 18/5: crescono S&D ed ALDE, trema il PPE!
Maggio 18, 2019
Piemonte – Riuscirà a Chiamparino l’impresa (quasi) impossibile?
Maggio 20, 2019

Demos – Osservatorio sul Nord Est: lavoro, veneti soddisfatti, ma la spaccatura generazionale è forte

Sondaggio Demos – Osservatorio sul Nord Est sulla percezione del mondo del lavoro in Veneto: la soddisfazione media è elevata, ma emerge un elevato gap generazionale.

L’osservatorio sul Nord Est viene svolto su incarico del quotindiano veneto Il Gazzettino, che ne ospita anche la pubblicazione settimanale, e rileva gli atteggiamenti politici e culturali di Veneto, Friuli-Venezia Giulia e della provincia di Trento.

In questa rilevazione, due domande hanno indagato il raporto dei veneti con il lavoro secondo le diverse fascie d’età. La divisione generazionale che emerge è netta: se tra lavoratori di mezza età e più anziani prevale in maniera plebiscitaria una visione dell’impiego come continuativo (sempre oltre il 70%), tra i più giovani la percezione è differente. Nella fascia 25-34 anni – la più copita dalla crisi degli anni 2000 – si assiste infatti ad un fortissimo incremento della considerazione del lavoro come precario (31%).

Al contrario, tra i giovanissimi (18-24 anni) dominano concezioni di impiego temporaneo o flessibile, legate al nuovo mondo del lavoro ma senza l’accezione negativa del precariato. Occupazioni flessibili + temporanee assieme superano il 50% delle opinioni, contro il 42% appena che si vede impiegato continuativamente.

La sodisfazione per il proprio impiego è prevedibilmente bassa tra chi ha un lavoro precario; aumenta nettamente tra lavoratori temporanei e flessibili e raggiunge il livello più alo tra chi ha un impiego stabile. Nel complesso, il 57% dei veneti è molto soddisfatto della propria occupazione; valore che raggiunge un elevato 84% sommando chi è mediamente contento.