Sondaggio Demopolis – dissesto idrogeologico, di chi è la colpa?
Novembre 7, 2018
Elezioni Politiche – Sondaggio GPF: Lega e M5S lottano per la prima posizione, cresce il PD, in calo FI
Novembre 8, 2018

Elezioni USA – I democratici vincono la Camera e i Governatori, mentre i repubblicani tengono il Senato

Ieri si è votato negli Stati Uniti per le midterm elections, le elezioni di metà mandato, per rinnovare i 435 membri della Camera dei Rappresentanti, 35 membri del Senato e 36 governatori.

In questo post presenteremo i principali risultati. Seguirà poi un’analisi più dettagliata.

Camera dei Rappresentanti.

Partiamo con la situazione iniziale. I repubblicani avevano 235 seggi, i democratici 193 e c’erano 7 seggi vacanti. La maggioranza è fissata a 218.

Al momento, i democratici hanno vinto 220 seggi e i repubblicani 193. Ventidue seggi sono ancora da assegnare. Secondo la previsione del New York Times finirà 229-206, mentre per NBC 230-205.

I democratici hanno quindi conquistato la maggioranza alla Camera, dopo otto anni in minoranza. Stanotte la leader democratica Nancy Pelosi dal quartier generale ha festeggiato la vittoria dicendo che “domani sarà un nuovo giorno in America”. Pelosi, leader dei democratici da 12 anni e alla Camera dal 1987, diventerà molto probabilmente la prossima Speaker, cioè la presidente della Camera e la terza persona in linea di successione al potere.

Nel voto popolare i democratici hanno battuto i repubblicani di circa 7 punti. Il risultato è paragonabile all’inverso alle midterms del 2010, le prime con Barack Obama alla presidenza, che videro i repubblicani vincere di 6,8 punti.

Rispetto alle previsioni i democratici non hanno deluso. Hanno vinto tutti i seggi classificati come Likely o Lean D da Cook Political Report e più della metà di quelli Toss-up. Sono riusciti a vincere anche in tre distretti che sarebbero dovuti andare ai repubblicani.