Elezioni Politiche – Sondaggio Winpoll: situazione stabile. Leggero calo del centrosinistra
Aprile 12, 2019
Le medie di tutti i sondaggi – 12 Aprile: Centrodestra ancora ai massimi, il Centrosinistra ormai stabilmente sopra il M5S
Aprile 13, 2019

Osservatorio sull’Europa – Elezioni Europee, i seggi al 12/4: No-Brexit, scenario rivoluzionato! ENF diventa AEPN? Destre nel caos.

I Fronti Europeista e Sovranista

Anche in questo caso, niente variazioni, ma una nota sull’inserimento dei partiti britannici nei rispettivi Fronti. La proiezione PollofPolls manca ancora del dettaglio nazionale dell’UK, non è pertanto possibile capire a quale formazione appartengano i 10 EP inseriti nei “Nuovi“. Visti i rapporti di forza, dovrebbero trattarsi di seggi da assegnare al Partito Brexit di Farage, ai No-Brexit ed alloSNP (Partito autonomista scozzese), europeisti fuoriusciti soprattutto dai Lab. Abbiamo assegnato per questa settimana 5 EP a Farage, 3 al SNP2 ai no-brexit, in attesa di maggiori informazioni.

I partiti dell’UK sono stati quindi così suddivisi:

  • LibDem, Green, SNP e No-Brexit nel Fronte Europeista.
  • Partito Brexit  ed UKIP nel Fronte Sovranista.
  • Labour e Tories non assegnati ai fronti: i due partiti maggiori hanno infatti mostrato, nella gestione della Brexit, profonde spaccature e posizioni divergenti sui temi dell’UE e dei rapporti con l’Unione. Non è quindi possibile stabilire in maniera netta se siano europeisti o antieuropeisti (anche se senza dubbio i laburisti lo sono più dei Conservatori). Vengono invece assegnati ai rispettivi gruppi per il calcolo delle maggioranze.

Questa è di conseguenza la situazione degli schieramenti ad oggi:

Fronte Sovranista 173 EP circa.

Fronte Europeista 478 EP circa.

Possiamo quindi affermare che lo scenario No-Brexit non cambia i rapporti di forza. Assegnando Lab e Cons ai rispettivi gruppi si otterrebbe un ulteriore vantaggio per il fronte Europeista.

Si noti che nei calcoli è citata solo ENF per ragioni di semplicità: la presenza di AEPN non cambierebbe infatti nulla, dato che tutti i membri del futuro nuovo gruppo Sovranista sono già ricompresi nel Fronte Sovranista. Il Gruppo delle Destre Unite non viene invece più calcolato, essendo un’ipotesi ormai tramontata.

Le possibili coalizioni

Vediamo ora la situazione sintetica delle coalizioni, date le variazioni odierne. In verde le ipotesi sopra la maggioranza assoluta dei seggi, che è passata a 376 EP, in rosso quelle senza maggioranza.

  • Maggioranza Attuale (PPE+ALDE+S&D): 429 seggi.
  • Coalizione Centrosinistra (S&D, ALDE, Greens/EFA, GUE/NGL, Nuovi di Csx e Lib): 375 seggi.
  • Coalizione Centrodestra + Sovranisti uniti (PPE+Fronte Sovranista+Cons UK): 367 seggi.
  • Coalizione Centro-Centrodestra-Destra (ALDE, PPE, ECR): 345 seggi.

Lo scenario No-Brexit non muta quindi la presenza di una sola coalizione sopra la soglia di maggioranza: quella attuale con i partiti tradizionali. Maggiori novità invece nelle posizioni di rincalzo: il Fronte Sovranista e le Destre si allontanano ancora di più dalla maggioranza nonostante vi vengano assommati anche i Tories; al contrario il Centrosinistra è ad un solo EP dalla maggioranza, soprattutto grazie alla forza dei Laburisti. Scopriremo nel prossimo mese e mezzo se emergerà, finalmente, una maggioranza alternativa, per quanto il Centrosinistra appaia decisamente troppo disomogeneo per essere davvero praticabile.

Anche per questa complessa puntata “britannocentrica” abbiamo concluso, vi diamo appuntamento a settimana prossima, sempre e solo su Bidimedia!

Articolo di Lorenzo Regiroli basato su dati e grafici tratti da pollofpolls.eu.