Sondaggio Termometro Politico – Crisi di Governo: gli elettori puniscono Salvini per la caduta del Governo Conte
Agosto 13, 2019
Sondaggio Tecnè: la Lega prima della crisi continuava a crescere. Sarà ancora così?
Agosto 15, 2019

IPSOS, la proiezione dei seggi parlamentari: prima della crisi, dominio assoluto del Cdx

Oltre alle intenzioni di voto che potete trovare pubblicate qui, IPSOS settimana scorsa ha rilasciato anche le proiezioni dei seggi alla Camera, basate sull’ultimo sondaggio. Ricordiamo che la rilevazione su cui si basa la proiezione è stata effettuata prima dell’apertura della crisi di governo. La possiamo quindi considerare come un punto di partenza per le future evoluzioni, anche se probabilmente non risulta più del tutto attuale, visti gli sconvolgimenti degli ultimi giorni.

IPSOS propone tre diversi scenari, basati sulle possibili evoluzioni interne al Centrodestra. Il primo caso vede la formazione classica e unitaria, il secondo la Lega da sola, mentre il terzo proprone un’inedita allenza a due Salvini-Meloni.

Come intuibile dalle succitate intenzioni di voto, il Cdx unito vincerebbe con largo margine, arrivando giusto ai due terzi dei deputati. Anche Lega + FdI otterrebbero un’agevole maggioranza assoluta; mentre solo se la Lega andasse da sola, non otterrebbe il 50%+1 dei parlamentari. Tuttavia la formazione di un governo di Cdx non sarebbe comunque un problema, potendo contare sulla pattuglia di eletti di FI e FdI, pochi ma più che sufficenti allo scopo.

Visti tali numeri, è più che comprensibile la fretta di Salvini e del Cdx in generale di andare alle urne per capitalizzare il consenso; tuttavia, due grandi incognite incombono sul possibile risultato finale: la possibilità che non si vada al voto come da desiderata leghisti e la reazione dell’elettorato alla crisi. Tra pochi mesi, i dati trionfali della proiezione IPSOS potrebbero anche essere un lontano ricordo.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!