Sondaggio BiDiMedia, Marzo 2020: ancora giù la Lega, salgono PD e Csx, FdI tallona il M5S
Marzo 14, 2020
Sondaggi d’Europa – Aggiornamenti al 14 marzo
Marzo 14, 2020

Sondaggi d’America – Biden si impone nel Mini Tuesday, domenica il primo faccia a faccia con Sanders. Martedì voto decisivo in altri 4 stati.

Salve amici. Giorni ricchi di avvenimenti negli States. Cominceremo con le 5 vittorie di Biden nel Mini Tuesday, che lo rafforzano ulteriormente in vista del secondo Super Tuesday del 17 marzo, quando Arizona, Florida, Illinois e Ohio saranno chiamati al voto. Però, domenica si terrà l’undicesimo dibattito, il primo con la presenza di soli due candidati, e questa rappresenta l’ultima possibilità per Sanders di invertire la rotta. A causa dell’emergenza coronavirus, il dibattito, originariamente previsto a Phoenix (Arizona) con la partecipazione di pubblico, si terrà a Washington e senza pubblico. Inoltre, sempre per gli effetti di Covid-19, la Louisiana ha rinviato le primarie dal 4 aprile al 20 giugno.

I risultati del Mini Tuesday

5 successi per Joe Biden, mentre Bernie Sanders si è imposto solo in North Dakota. Nel complesso, 213 delegati per Biden e 139 per Sanders: l’ex vicepresidente guadagna 74 delegati nei confronti del senatore del Vermont, sicuramente non una buona notizia per quest’ultimo, visto che dei 6 stati dove si è votato, nel 2016 Sanders aveva avuto la meglio in 4 (Idaho, Michigan, North Dakota e Washington) e aveva perso in 2 (in Missouri di 0,25 punti percentuali).

Cominciamo la nostra breve disamina dallo stato che ha assegnato più delegati, il Michigan, dove Biden ha ottenuto una vittoria ampia, con un margine leggermente inferiore a quello stimato dai sondaggi. Nello stato di Washington, il nostro modello ha previsto una vittoria di Biden compresa tra 2,3 e 2,6 punti percentuali e – ad ora – l’ex vicepresidente è avanti de 2%, anche se sono rimasti ancora alcuni voti da contare. Altro successo per Biden in Missouri (+25,5%), anche qui pienamente in linea con le previsioni, mentre più schiacciante è stata la vittoria in Mississippi, dove Sanders non è riuscito a superare la soglia del 15% a livello statale e ha ottenuto i suoi 2 delegati da alcuni distretti congressuali. Per quanto riguarda l’Idaho, avevamo previsto una vittoria di Biden con un margine compreso tra i 7,6 e i 9,4 punti percentuali, alla fine il margine si è attestato al 6,4%. Infine, il North Dakota, dove l’unico sondaggio pubblicato assegnava un vantaggio schiacciante a Biden e ciò ha inevitabilmente influenzato le nostre previsioni, ma alla fine Sanders si è imposto con un margine di 13,5 punti percentuali.

Il conteggio dei delegati

Biden si porta a 929 delegati, arrivando al 50,2% del totale dei delegati assegnati (+2,5% rispetto al Super Tuesday), mentre Sanders arriva a quota 781, pari al 42,2% (- 0,4%). Nel complesso, i candidati moderati hanno 1.002 delegati, il 54,1% del totale (+0,7%). All’ex vicepresidente mancano 1.061 delegati per vincere la nomination, percentuale pari al 49,9% dei delegati rimasti in palio (- 1,5% rispetto alla scorsa settimana). Aggiungendo i delegati ottenuti dai candidati moderati non più in corsa, la percentuale di delegati necessari a vincere scende al 46,4% (anche in questo caso in calo, – 1,5%). A Bernie Sanders invece serviranno 1.209 delegati per vincere (56,8% del totale dei delegati rimanenti, percentuale in crescita di 2,3 punti percentuali rispetto al Super Tuesday).

Nella prossima pagina, la situazione a livello nazionale

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link