LIVE VIDEO – Sfida a 4 per il Campidoglio
Marzo 30, 2021
Politiche – Sondaggio Termometro Politico: meno di un punto tra PD e Fratelli d’Italia, Lega al 23%
Marzo 31, 2021

Sondaggio BiDiMedia – Comunali Roma: sfida a 4 per il Campidoglio, i risultati del nostro sondaggio

Primo sondaggio BiDiMedia per la più importante e incerta sfida delle elezioni comunali 2021, quella per la Capitale. Una competizione con un margine di grande incertezza che BiDiMedia ha indagato con diversi scenari.

Ricordiamo inoltre che maggiori approfondimenti possono essere reperiti nella presentazione video del sondaggio, a cui hanno partecipato la candidata Monica Lozzi e il direttore di Roma Today Matteo Scarlino. La diretta si può riascoltare sulle pagine social Bidimedia (YouTube, Facebook) o sul nostro sito.

La corsa per il Campidoglio vede tutt’ora un quadro politico non definito sia per quanto riguarda i candidati sia riguardo alle possibili coalizioni. BiDiMedia ha quindi selezionato, per poter realizzare il sondaggio, uno scenario di base ritenuto ad oggi solo il più probabile tra i tanti possibili, consapevoli che potrà mutare anche in maniera significativa. Di qui le diverse ipotesi rilevate che troverete a fine articolo.

La nostra rilevazione prevede le già dichiarate candidature della sindaca uscente Virginia Raggi, di Carlo Calenda, Monica Lozzi, Vittorio Sgarbi, Elisabetta Canitano e Paolo Berdini. Ad essi abbiamo aggiunto due nomi ipotetici per le coalizioni maggiori: Roberto Gualtieri per il Centrosinistra – la candidatura di gran lunga più chiacchierata delle ultime settimane – e Andrea Abodi per il Centrodestra, considerato tra i papabili dopo la rinuncia ufficiale di Bertolaso.

Consapevoli che le ultime due candidature non sono certe, abbiamo anche rilevato le intenzioni di voto per le primarie di Centrosinistra e il gradimento per diversi candidati di Centrodestra.

Andiamo ora a vedere i risultati del nostro sondaggio su Roma.

Le intenzioni di voto al primo turno: i candidati

Sono quattro i candidati che spiccano nel sondaggio BiDiMedia: al primo posto troviamo Roberto Gualtieri al 26,3%, ma Virginia Raggi (M%S) e Andrea Abodi (Cdx) incalzano a breve distanza. I primi tre candidati sono racchiusi in meno di tre punti; impossibile dire con sicurezza chi tra essi ariverà al secondo turno, che appare scontato.

Anche Carlo Calenda, che si piazza al quarto posto con il 15,7%, non appare tagliato fuori dalla competizione. A molti mesi dal voto e con ancora ampi margini di incertezza su due delle candidature maggiori, è tutt’altro che impossibile vedere grandi cambiamenti, e Calenda, che come vedremo appare un nome forte, potrebbe giovarsi di eventuali inciampi altrui.

Staccatissimi gli altri candidati, tuttavia segnaliamo il buon risultato di Monica Lozzi, ex-M5S e presidente del Municipio VII. Per una candidata priva del sostegno di un partito nazionale alle spalle (è appoggiata solo dalla propria lista REvoluzione Civica), ottenere oltre il 2% dei consensi assoluti non è un dato da sottovalutare. Potrebbe inoltre risultare decisiva al bollottaggio.

Elisabetta Canitano, candidata della Sinistra con la lista Roma Città Pubblica, si attesta al 2,3%; sinistra che è divisa con la presenza anche di Paolo Berdini (1,7%). Vittorio Sgarbi non va anch’esso oltre l’1,7% nonostante una candidatura piuttosto pubblicizzata nei mesi scorsi.

Le intenzioni di voto al primo turno: i partiti e le liste

M5S che resta primo partito con il 23,2% dei consensi, ma è ampiamente sopravanzato sia dal Centrosinistra (28,7% totale) sia dal Centrodestra (29,3%).

Appare qui evidente come la coalizione conservatrice, che vede a Roma FdI nettamente prevalente nonché terza forza assoluta, è molto più forte del suo candidato. Abodi ottiene infatti circa 6 punti in meno delle liste che lo sostengono, scontando una scarsa conoscenza presso parte dell’elettorato. Da questi risultati possiamo ipotizzare che con una campagna elettorale valida o con una candidatura più forte il Centrodestra possa risultare assai competitivo nella corsa per il ballottaggio.

Effetto opposto per la coalizione liberale, che si ferma al 10%, 5 punti sotto il proprio candidato. Calenda è d’altronde nome molto noto nonché candidato che ha già più volte confermato la propria partecipazione alle comunali. Calenda potrebbe convogliare su di sé consensi scontenti in caso di candidature deboli da parte degli altri schieramenti, risultando competitivo per il secondo turno; inoltre ricordiamo che è ancora possibile una candidatura unitaria Csx+Liberali dell’ex ministro allo sviluppo economico (vi rimandiamo per questo scenario all’ultima pagina del nostro sondaggio).

NELLE PROSSIME PAGINE: FIDUCIA NELL’AMMINISTRAZIONE USCENTE, DISTRIBUZIONE DEL VOTO, BALLOTTAGGI, PRIMARIE DEL CSX E SCENARI ALTERNATIVI

Sostieni Sondaggi Bidimedia!

Puoi farlo nei modi che ti descriviamo in seguito… E, se puoi, disattiva il tuo ad-blocker, grazie!

Fai una donazione tramite PayPal

Questo è un blog di giovani, che si occupano di statistica politica senza scopo di lucro. Ma anche gli hobby hanno dei costi. Se vi piace il blog e siete contenti del nostro servizio potete farci una piccola donazione. Anche di pochi euro. Grazie a chi permetterà a questo blog di crescere sempre di più cliccando sul banner “Dona con PayPal”!

Offrici un caffé con
Ko-fi

Ci leggi da tanto tempo? Ci hai appena scoperti? In entrambi i casi, se ti piace il nostro lavoro, puoi contribuire alla nostra sopravvivenza donandoci anche solo un piccolo caffè. Grazie!

Tramite Ko-fi puoi fare una micro-donazione ed essere sicuro che essa finanzierà interamente Sondaggi Bidimedia, senza percentuali di intermediazione.

Fai i tuoi acquisti cliccando sui banner

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

In qualità di Affiliato Amazon, Sondaggi Bidimedia riceve un guadagno dagli acquisti idonei.