Osservatorio sull’Europa – Elezioni Europee, i seggi al 5/4: ECR scavalca ENF, ma volano gli stracci tra i Sovranisti.
Aprile 5, 2019
Index Research – Il governo dovrebbe arrivare al 2023 per oltre il 50% degli elettori.
Aprile 6, 2019

Elezioni Politiche – Sondaggio Ixè: vola il PD che supera di oltre tre punti il M5S in crollo, cresce la Lega

Torna l’osservatorio politico Ixè per Huffington Post, in cui si segnala la prosecuzione del crollo del M5S a vantaggio dell’alleato di governo, la Lega, e del Partito Democratico.

Andiamo quindi ad analizzare i trend delle intenzioni di voto. Nella maggioranza di governo, torna a crescere la Lega di Salvini che si riavvicina ai massimi raggiunti a ottobre ottenendo il 31% dei consensi, recuperando oltre due punti da febbraio.

Crolla invece il M5S che passa dal 24,2% dei voti al 19,1%, con una perdita di oltre cinque punti nell’arco di meno di due mesi. Questo è il risultato più basso in assoluto registrato da un sondaggio per il M5S da dopo le elezioni, nonché il minimo mai registrato da Ixè. Riuscirà Di Maio ad invertire la rotta entro le Europee?

Torna a sorridere il centrosinistra, con il Partito Democratico che recupera 4,6 punti in due mesi e torna sui valori del gennaio 2018, superando di slancio il risultato delle elezioni politiche di un anno fa. A crescere, seppur marginalmente, sono comunque tutti i partiti dell’area con +Europa al 2,5% (+0,2%), i partiti minori all’1,3% (+0,5%) e Liberi e Uguali al 3,2% (+0,2%), sopra la soglia di sbarramento per la Camera. Si attesta sopra l’1% il partito di Pizzarotti, Italia in Comune. Complessivamente l’area di centrosinistra ottiene il 30,8%, in crescita di 5,3 punti.

Nel centrodestra invece torna a calare Forza Italia che scende nuovamente sotto il 10% dopo aver raggiunto il 10% a febbraio. Continua il trend di crescita iniziato a settembre Fratelli d’Italia, di nuovo ad un passo dal 5% dei consensi (+0,8%). Complessivamente l’area di centrodestra all’opposizione si attesta al 14,2%.

Passando ai flussi di voto, i tassi di riconferma più alti rispetto alle politiche 2018 li hanno la Lega (87%), il Partito Democratico (77%) e Fratelli d’Italia (76%). In forte difficoltà invece Forza Italia e il Movimento 5 Stelle, considerato che meno del 50% degli elettori del marzo scorso confermerebbe attualmente il voto. Interessante notare che per entrambi i partiti i voti in uscita sono andati principalmente ad altri partiti, mentre un quinto dei voti si è spostato sull’astensione.