Elezioni 2018 – Live elettorale: inizia lo spoglio delle regionali di Lazio e Lombardia, seguilo con noi!
Marzo 5, 2018
Elezioni Politiche – l’analisi del voto Ixè
Marzo 7, 2018

Elezioni Politiche 2018: la sociologia del voto

L’analisi delle elezioni politiche di Tecnè per Tgcom24. Chi ha votato chi? Quali le dinamiche per titoli di studio o professione? Quali i temi più sentiti?

Il centrodestra è la coalizione che ha preso più voti, il M5S il primo partito, mentre il Pd subisce un crollo. Questo, in soldoni, l’esito delle elezioni del 4 marzo. Ma come si è distribuito il voto? Nell’analisi di Tecnè per Tgcom24, il comportamento di voto per classe di età fa emergere una maggiore tendenza degli elettori più giovani a esprimersi a favore del M5S. Tuttavia anche la quota dei 45-64enni si attesta al 30%, mentre tra le altre forze politiche il comportamento di voto per classe di età appare più equamente distribuita.

Analizzando il comportamento di voto per fiducia sull’economia – ovvero per 100 elettori che hanno votato alla Camera dei deputati secondo le attese per i prossimi 12 mesi – i più ottimisti si registrano tra gli elettori del Pd, mentre i più rassegnati o pessimisti si osservano tra quanti hanno votato M5S. I laureati e i diplomati hanno votato in misura più ampia per il M5S, chi ha la licenza media o elementare il M5S, Lega e Forza Italia.