Sondaggio SWG – Covid: sì al distanziamento sociale, italiani cauti per la ripartenza in fase 2
Maggio 8, 2020
Sondaggio IPSOS – Coronavirus: il 44% ha paura del contagio, soprattutto su un mezzo pubblico. Il 55% condivide la Fase II
Maggio 9, 2020

Covid – Analisi BiDiMedia: lo stato del contagio Regione per Regione al 7 Maggio

Proprio in corrispondenza della fine del lockdown, piega finalmente con decisione la curva del contagio in italia e in tante regioni: questo quanto emerge dall’analisi BiDiMedia.

Ricordiamo che le note metodologiche sono reperibili nel primo post della serie, tutti i grafici sono aggiornati in base ai dati del report della Protezione Civile di ieri, 7/5/2020.

I trend di ospedalizzati e decessi

Oggi iniziamo dal grafico dell’andamento dei ricoveri ospedalieri e delle terapie intensive. Si conferma il calo, iniziato ormai un mese fa, dei pazienti che necessitano di cure in ospedale, e in particolare i posti in terapia intensiva occupati da pazienti covid sono arrivati a un terzo rispetto al picco massimo di inizio aprile. Come spiegato le volte scorse, si tratta di un indice fondamentale sia per misurare il tasso di criticità del SSN, sia come indicatore indiretto dell’evoluzione dell’epidemia, in evidente regressione.

Introduciamo questa settimana la curva dei decessi giornalieri a partire da inizio epidemia; un indice tragico ma anche forse il più attendibile per verificare l’andamento del contagio, per quanto con alcune settimane di ritardo rispetto ai casi positivi. Si nota subito un’evoluzione non molto diversa da ricoveri e TI, con una graduale ma piuttosto costante discesa dal picco di inizio aprile.

Da segnalare come la crescita degli ultimi giorni, dopo il minimo assoluto del 2 maggio, sia causata quasi esclusivamente da un aumento di decessi comunicati dalla Lombardia; per questo abbiamo inserito il grafico dei morti lombardi da covid: si può notare la perfetta corrispondenza. Non sappiamo esattamente i motivi della crescita dei decessi, in base alle esperienze passate e vista la totale anomalia di questo dato rispetto a tutti gli altri indicatori, possiamo solo presumere che si tratti di defunti di giorni o settimane fa, la cui morte è stata comunicata solo ora.

Non possiamo esimerci a tal proposito dal rimarcare ancora una volta come la raccolta dati in Lombardia e la loro comunicazione sconti gravissime carenze, rendendo spesso difficoltosa qualsiasi analisi; un tema non indifferente visto che in base all’andamento dei contagi nelle prossime settimane saranno prese decisioni essenziali sulle riaperture (o nuove chiusure). Ci chiediamo come sia possibile definire un piano di ripartenza poggiando su dati parziali se non perfino aleatori.

Nella prossima pagina, i contagi per regione, infine l’andamento dell’epidemia nel mondo.

Ti sta piacendo questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link