Sondaggio Tecnè: ripiegano Lega e M5S, Italia Viva fa calare il PD sotto il 20%. Crescono i Verdi
Settembre 25, 2019
Sondaggio Quorum/Youtrend: coalizione PD-M5S solo ad 1 punto da quella del Centrodestra, è testa a testa
Settembre 26, 2019

IL GIRAMONDO- Elezioni legislative in Austria: Kurz verso la riconferma. Ma con quale coalizione?

I SONDAGGI E I POSSIBILI SCENARI POST-ELETTORALI

In Austria sono un mezza dozzina le case sondaggistiche che hanno effettuato regolari sondaggi per queste elezioni: Research Affairs e Unique Research sono quelle che hanno effettuato sondaggi con più’ regolarità.  

Secondo gli ultimi sondaggi ci sarebbe un avanzamento  dell’ÖVP che guadagnerebbe  quasi 4  punti, passando dal 31,5% del 2017 a oltre il 34%. In netto calo sia la SPÖ  che  il FPÖ,  con i socialdemocratici che perderebbero oltre 4 punti rispetto al 26,9% delle scorse elezioni, mentre la destra nazionalista scenderebbe dal 26,0% a circa il 20%.  I liberali di NEOS sarebbero in netta crescita, intorno all’8% contro il 5,3% del 2017, ma il dato più significativo sarebbe un vero e proprio boom dei verdi, che guadagnerebbero più di 8 punti percentuali,  ritornando in parlamento con oltre  il 12% dei voti. Niente da fare per Jetzt  che rimarrebbe fuori dal parlamento crollando dal 4,4% a meno del 2% dei voti.  Gli altri partiti dovrebbero ottenere tutti percentuali inferiori all’1%.

E’ molto probabile quindi che l’ÖVP rimarrà al governo e Sebastian Kurz tornerà ad essere cancelliere. Quello che non è ancora chiaro è chi sarà il suo alleato di governo, dato che Kurz non ha escluso nessun possibile scenario per il dopo elezioni. L’ÖVP potrebbe tornare ad allearsi con la FPÖ, indebolita e “depurata” da Stracher, oppure tornare alla “grosse koalition” con i socialdemocratici, che tuttavia difficilmente sarebbero disposti a ripetere un’esperienza di governo come partner minore dell’ÖVP.  Alternativamente si potrebbe sperimentare una inedita e complicata coalizione  “giamaica” tra i conservatori dell’ÖVP, i liberali di NEOS e i Verdi che, se funzionasse, sicuramente non sarebbe malvista in Europa.

 

Questo è tutto anche per oggi. I risultati saranno commentati come sempre dai nostri egregi collaboratori della Redazione Bidimedia.

Vi ricordo le prossime importanti scadenze elettorali: le elezioni parlamentari del 6 Ottobre in Portogallo e quelle del 21 Ottobre in Canada.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!