Elezioni Politiche – Sondaggio EMG: netto calo della Lega a vantaggio di FDI, rivede il 15% il M5S
Aprile 12, 2020
Coronavirus – Analisi BiDiMedia: lo stato del contagio Regione per Regione al 12 Aprile
Aprile 13, 2020

IL GIRAMONDO – Corea del Sud: elezioni al tempo del COVID-19

File: Bandiera della Corea del Sud (bordato) .svgMercoledì’ 15 Aprile i cittadini sudcoreani sono chiamati a rinnovare  i 300 seggi dell’Assemblea Nazionale. Con solo 14 giorni di campagna elettorale consentiti dalla legge, il Partito Democratico (centrosinistra liberale) al potere spera di capitalizzare il successo avuto nel gestire l’emergenza del coronavirus e ampliare la propria maggioranza di seggi in parlamento.

Uno dei principali problemi per le elezioni è, ovviamente, logistico. Mentre la Corea del Sud è stata ampiamente elogiata per aver tenuto sotto controllo l’epidemia COVID-19 attraverso rigorosi test e monitoraggio, ci sono preoccupazioni su come gestire grandi gruppi di persone che si recano alle urne il 15. Nel tentativo di proteggere gli elettori, la National Election Commission (NEC) richiede agli elettori di indossare maschere di protezione e farsi controllare la temperatura all’arrivo nei seggi. Forniranno inoltre disinfettante e guanti in loco per una protezione aggiuntiva.

Per i circa 4000 elettori che non sono in grado di andare a votare perché sotto quarantena sarà possibile votare per corrispondenza.

Tuttavia, solo la metà dei coreani all’estero sarà in grado di esprimere il proprio voto – la Commissione elettorale nazionale ha chiuso i seggi elettorali in 40 paesi,  inclusi Stati Uniti, Italia e Germania a causa del contagio in corso. Poiché  le votazioni dall’estero per posta non sono possibili, questo lascia il 46,8 per cento dei 172.000 elettori stranieri incapaci di partecipare alle elezioni.

Il Partito Democratico sta andando alle elezioni con buon slancio. Le elezioni sono in gran parte viste come un referendum sul presidente Moon Jae-in, che è poco più che a metà del suo unico mandato di cinque anni alla “Casa Blu”. Nonostante Moon non abbia raggiunto grandi successi né in politica interna che in politica estera, nelle ultime settimane, la sua approvazione è aumentata notevolmente.

Il partito al potere beneficia anche di un’opposizione di centrodestra che ha faticato a riprendersi dopo quattro anni dall’impeachment dell’ex presidente Park Geun-hye. Il principale partito conservatore ha recentemente cambiato di nuovo nome dopo essersi unito a diversi partiti minori, diventando il Partito del futuro Unito. Questo è stato il secondo cambio di nome della fazione conservatrice dal 2017 e il terzo in meno di un decennio.

Un recente colpo all’opposizione è stata una legge di riforma elettorale che il partito al potere ha approvato alla fine dello scorso anno che entrerà in vigore per la prima volta per le elezioni del 15 aprile. Nell’ambito di questa riforma, l’età del voto è stata ridotta da 19 a 18 anni,  il che avvantaggia il partito di governo, dato che i giovani tendono a votare per i partiti progressisti.

Inoltre, la legge ha cambiato il modo in cui sono distribuiti i seggi proporzionali del legislatore. L’Assemblea Nazionale è composta da 253 seggi eletti direttamente e 47 seggi proporzionali in cui gli elettori scelgono il loro partito preferito. In base alla nuova legge, tale rapporto non cambierà, ma il modo in cui si votano i voti proporzionali è ora cambiato nel tentativo di aumentare le possibilità per i partiti minori di ottenere un seggio in Assemblea.

Questo ha fatto aumentare il numero di partiti che si presentano alle elezioni. Di particolare interesse tra le nuove formazioni sono il Partito dell’Unificazione Nord-Sud , avviato dai disertori nordcoreani che vivono attualmente nel Sud, nonché il Partito delle donne , che si basa su una piattaforma femminista.

Per aggirare la regola di “compensazione” dei seggi prevista nella nuova legge elettorale, i due principali partiti, il Partito Democratico e il Partito del Futuro Unito, non si presentano nella parte proporzionale ma hanno creato delle “liste gemelle” che possono quindi ottenere seggi nella parte proporzionale evitando l’eventuale riduzione dei seggi nel proporzionale dovuta alla compensazione dei seggi ottenuti nel maggioritario.

Con COVID-19 che incombe sia in termini logistici che politici, i risultati delle prossime elezioni saranno non solo un barometro dell’opinione pubblica sudcoreana in merito alla risposta del proprio governo alla crisi del coronavirus, non ma anche di quanto bene un paese possa riuscire a portare a termine un’elezione nel mezzo di una pandemia, cosa della quale i paesi Europei dovrebbero prendere nota.

 

 

IL SISTEMA POLITICO – ISTITUZIONALE ED ELETTORALE

Centered taegeuk on a hibiscus syriacus surrounded by five stylized petals and a ribbonLa Repubblica di Corea è una repubblica democratica rappresentativa presidenziale , in base alla quale il Presidente è il capo dello stato e di un sistema multipartitico . Il governo esercita il potere esecutivo e il potere legislativo spetta sia al governo che all’Assemblea nazionale . La magistratura è indipendente dall’esecutivo e dal legislatore e comprende una Corte suprema , tribunali d’appello e una Corte costituzionale . Dal 1948, il la costituzione è stata sottoposta a cinque importanti revisioni, ciascuna indicante una nuova repubblica. L’attuale Sesta Repubblica è iniziata con l’ultima grande revisione costituzionale nel 1987.

Il capo dello stato è il presidente, che viene eletto con voto popolare diretto per un mandato di cinque anni . Il presidente è comandante in capo delle forze armate della Corea del Sud e gode di notevoli poteri esecutivi .Il presidente nomina il primo ministro con l’approvazione dell’Assemblea nazionale , oltre a nominare e presiedere il Consiglio di Stato dei capi dei ministri come capo del governo.

L’ Assemblea nazionale ha 300 membri, eletti per un mandato di quattro anni, 253 membri nelle circoscrizioni elettorali con un solo seggio e 47 membri con rappresentanza proporzionale

Secondo il “Democratic Index” del settimanale The Economist, la Corea del Sud è una cosiddetta “Democrazia Imperfetta”, al livello di paesi tipo Giappone, Stati Uniti Malta e Portogallo. 

 

Nelle prossime pagine, la storia politica del paese, i gli sviluppi politici recenti, i principali partiti politici e gli ultimi sondaggi.

Ti interessa questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

 

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link