Sondaggio Tecnè: leggera ripresa della Lega, PD e M5S in calo. Fiducia nel Governo sotto il 26%
Gennaio 23, 2020
Sondaggio Termometro Politico: Lega sotto il 33%, PD in crescita, M5S stabile al 16%
Gennaio 23, 2020

IL GIRAMONDO- Elezioni legislative straordinarie in Perù

 

Image result for peru flag bordered

Elezioni straordinarie del Congresso della Repubblica del Perù  Domenica 26 Gennaio, in seguito alla dissoluzione del parlamento da parte del presidente Martin Vizcarra il 30 settembre scorso. Il nuovo parlamento rimarrà in carica  solo poco più di un anno, fino alla fine dell’attuale legislatura, prevista per l’11 aprile 2021, quando verrà eletto anche il nuovo presidente.

Le elezioni anticipate sono state indetta dal presidente Vizcarra al culmine di un feroce scontro politico tra la presidenza della repubblica e il parlamento uscente (dominato dalla destra “fujimorista”) , accusato da Vizcarra di ostacolare le sue riforme anti-corruzione. Il parlamento aveva tentato di sospendere Vizcarra, accusato di atteggiamento “anticostituzionale”,  dalle sue funzioni e sostituirlo con la sua vice-presidente. Il presidente a sua volta ha accusato il parlamento di aver forzato le regole costituzionali nell’elezione di alcuni giudici della Corte Costituzionale e ha proceduto alla richiesta allo scioglimento del parlamento.  

Con queste elezioni Vizcarra (che ha dichiarato che non si candiderà alle elezioni presidenziali del prossimo anno) spera di ottenere una nuova maggioranza parlamentare moderata che possa appoggiare le sue proposte politiche.  

 

IL SISTEMA POLITICO-ELETTORALE

File:Escudo nacional del Perú.svg

Il Perù  è una repubblica democratica rappresentativa unitaria semi-presidenziale, dove il Presidente il presidente del Perù è sia capo di stato e capo del governo , e un sistema politico multipartitico . Il potere esecutivo è esercitato dal Presidente e dal Governo. Il potere legislativo spetta sia al governo che al Congresso . La magistratura è indipendente dal potere esecutivo e legislativo.

Il presidente viene eletto direttamente a suffragio universale. Se nessun candidato ottiene più del 50% dei voti viene effettuato un secondo turno di ballottaggio tra i due candidati più votati al primo turno. Un presidente uscente non può essere immediatamente rieletto ma deve aspettare almeno una legislatura per poter partecipare di nuovo alle elezioni presidenziali. 

Il Congresso della Repubblica del Perù è il parlamento unicamerale del paese, composto da 130 seggi.  Il parlamento viene eletto normalmente in contemporanea con le elezioni presidenziali. E’ possibile in casi eccezionali che il parlamento venga sciolto dal presidente prima della sua scadenza naturale. In tal caso il nuovo parlamento rimane in carica per la durata rimanente della legislatura, fino alle successive elezioni generali. 

I 130  membri del congresso vengono eletti con metodo proporzionale con voto di preferenza e soglia di sbarramento nazionale al 5%, in collegi elettorali corrispondenti ai 26 distretti nazionali (24 dipartimenti, l’area metropolitana di Lima e la provincia autonoma di Callao).

Il Democracy Index dell’Economist Intelligence Unit classifica il Perù come una “democrazia imperfetta” al livello di paesi tipo Croazia, Ghana, Repubblica Dominicana e Ungheria. 

 

 

 

Nelle prossime pagine, la storia politica del paese, i gli sviluppi politici recenti, i principali partiti politici e gli ultimi sondaggi.

Ti piace questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!

 

Fai i tuoi acquisti su Amazon tramite i banner presenti sul sito.

Se acquisti su Amazon (frequentemente o sporadicamente), puoi aiutare Sondaggi Bidimedia accedendo al popolare sito di e-commerce cliccando sul banner o sul link riportato di seguito (o su uno qualsiasi dei banners Amazon presenti sul sito).

Acquista su Amazon da questo link