Sondaggio Bidimedia (30 Ottobre): crollo M5S, tiene la Lega, rimonta il Pd. Maggioranza in difficoltà?

Sondaggio Bidimedia (30 Ottobre): crollo M5S, tiene la Lega, rimonta il Pd. Maggioranza in difficoltà?

All’indomani del via libera alla TAP, i 5 Stelle crollano nei consensi, mentre la Lega sembra non risentire delle difficoltà del Governo di queste settimane. Pd e Centrosinistra in rimonta. E’ questo quanto emerge dal Sondaggio Bidimedia del 30 ottobre.

I partiti maggiori

Secondo la nostra ultima rilevazione infatti, il Movimento 5 Stelle si attesta al 27,1% (-1,3% rispetto ad 1 mese fa), mentre la Lega registra un lieve aumento dello 0,1%, che la porta ad un solido 30,5%.

Nel Centrosinistra, invece, forte rialzo del Partito Democratico, che sale al 18,4% (+0,8%), sempre più vicino ai risultati di marzo 2018. Aumento più contenuto per Più Europa, che con un +0,2% si attesta al 2,6% dei consensi, approssimandosi alla soglia del 3%. Risultati contrastanti, invece, per le formazioni di Sinistra. Mentre Liberi e Uguali registra il 2,9% delle intenzioni di voto (+0,4%), Potere al Popolo perde lo 0,1% portandosi all’1,7%, complici anche le recenti divisioni interne.

Nel Centrodestra continua il calo del Partito di Silvio Berlusconi, che arriva all’8% (-0,2%). Cala anche Fratelli d’Italia, che con il -0,1% di ottobre si attesta al 3,4% dei consensi.

La salute della maggioranza

Sommando le variazioni di Lega e 5 Stelle, l’evoluzione dell’ultimo mese non risulta felice per la maggioranza di governo, scesa di oltre un punto percentuale. Secondo il Sondaggio Bidimedia il consenso per i gialloverdi resta molto alto (57,6%) ma le polemiche recenti su “manine”, manovra e grandi opere hanno penalizzato i pentastellati; calando, i 5 Stelle trascinano giù anche l’intera compagine di governo.

La Lega resta stabile ma è da notare come, per la prima volta da diversi mesi, abbia perso lo slancio propulsivo che l’ha portata ad essere primo partito sopra al 30% partendo dal 17% di marzo; un segnale anch’esso da prendere in considerazione.

Il calo dei gialloverdi arriva inoltre proprio in contemporanea alla presentazione della “manovra del popolo”, contenente una serie di misure sponsorizzate da Lega e 5 Stelle con grande enfasi; provvedimenti che però, quanto sembra, non hanno riscosso il gradimento sperato tra gli elettori. Un’evoluzione, quella del consenso della maggioranza, da tenere sotto attenta osservazione nelle prossime settimane.

Ti è piaciuto questo articolo? Contribuisci alla sopravvivenza di Bidimedia, donando anche solo pochi euro. Grazie!